giovedì 6 febbraio 2014

Vijay Iyer - Mutations

E' stato appena pubblicato, per l'etichetta Ecm, il nuovo album del pianista indo-americano Vijay Iyer, intitolato Mutations, che presenta una formazione che presenta il piano ed un quartetto d'archi.

Mutations rappresenta il primo album di Vijay Iyer come leader per la ECM, ed è una registrazione che amplia la percezione del lavoro del pianista-compositore. 
Al suo centro c'è "Mutations I-X", una composizione scritta per quartetto d'archi, pianoforte ed elettronica. 
Un pezzo importante costruito su cellule e frammenti, che vira attraverso molte atmosfere, di momento in momento, propulsivo, avvolgente, lirico, luminescente, e stranamente bello.
Attraverso l'interattività tematica, l'intreccio di trame sonore acustiche ed elettroniche, e di alcuni decisivi interventi di improvvisazione su musica scritta, Vijay Iyer ha creato una suite multi-sfaccettata il cui soggetto è il cambiamento.
La Mutations suite è incorniciata da tre affermazioni personali: Spellbound and Sacrosanct, Cowrie Shells e Shimmering Sea, una lettura per pianoforte solo di una delle prime composizioni di Iyer, e Vuln, Part 2 e When We're Gone, pezzi creati nell'estate del 2013.
Le composizioni più recenti mettono il pianoforte in contrappunto con ritmi creati elettronicamente e tessiture che estendono l'aura della suite, rendendo l'arco di tutto l'album un viaggio su un terreno variabile.
(Fonte Ecm)

Nessun commento:

Posta un commento