giovedì 12 dicembre 2013

Da Palermo a New Orleans... e fu subito Jazz

Venerdì 13 dicembre, alle ore 20.00, al Cinema De Seta dei Cantieri Culturali alla Zisa di Palermo, sarà presentato in anteprima nazionale il film documentario "Da Palermo a New Orleans… e fu subito Jazz", diretto da Riccardo Di Blasi e prodotto da Renzo Arbore per conto di Gazebo Giallo srl. 


L’iniziativa è promossa dalla Presidenza del Consiglio comunale di Palermo, l’organizzazione è a cura di "Barbera & Partners" di Nadia Speciale. 
Il documentario sarà trasmesso lunedì 16 dicembre da Rai Due e sarà presentato nel corso di una conferenza stampa che si terrà a Roma il 13 dicembre nella sede Rai di viale Mazzini. 
All’anteprima di Palermo, introdotta dal giornalista della Rai Mario Azzolini, prenderanno parte lo stesso Renzo Arbore, il Sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, il Presidente del Consiglio Comunale, Salvatore Orlando e l’Assessore alla Cultura Francesco Giambrone. 
Realizzato tra Palermo, Salaparuta, New Orleans e New York, il documentario racconta le vicende artistiche e umane della "Original Dixieland Jazz Band", capitanata dal palermitano Nick La Rocca e composta da un gruppo di amici, quasi tutti di origine siciliana, che incisero a New York nel 1917 il primo disco al mondo di jazz. 
Lo stesso Louis Armstrong dichiarava in un’intervista di essersi ispirato da giovanissimo alla musica di La Rocca e della sua band che riteneva fosse creatrice di un "suono nuovo". 
Arbore ha raccolto storie ed immagini che compongono uno spaccato significativo della nostra storia rendendo omaggio alla Sicilia e ai suoi musicisti.
Un viaggio non solo musicale, ma anche umano e di forte valore storico. A Renzo Arbore, in occasione dell’anteprima nazionale del documentario sarà conferita dal Comune di Palermo la cittadinanza onoraria.
"L'esperienza culturale e artistica di Renzo Arbore è esemplare esperienza di radici e ali: italianità e mondo” - ha sottolineato il sindaco Leoluca Orlando -. L'esperienza culturale artistica di Nick la Rocca è parimenti esemplare esperienza di radici e ali: sicilianità e Jazz. La città di Palermo ospita con orgoglio, confermando ammirazione per Arbore, l'anteprima nazionale del film documentario su Nick la Rocca e sulla storia del Jazz fatta dai siciliani".
(Fonte Guida Sicilia)

4 commenti:

  1. Arbore è un po' come Berlusconi, raccontandoci la "storiella" più che la storia. D'altronde a un paese incolto come il nostro si può raccontare quel che si vuole con buone possibilità di essere presi sul serio.

    RispondiElimina
  2. Chi segue questo blog sa come la penso in proposito:
    http://mipiaceiljazz.blogspot.it/2012/10/renzo-arbore-uj-e-uneccellenza-come-la.html
    Una cosa è certa, in questo paese molti lo prendono sul serio. La barzelletta sul jazz inventato dagli italiani circola parecchio sui media.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Lo so bene come la pensi e mi ricordo bene anche il thread che hai linkato, ma il punto è proprio quello che hai scritto dopo. Ormai in questo paese si danno retta solo alle barzellette quasi in ogni settore, come sa bene il Berlusca che ne racconta di ogni e in ogni dove da sempre. Anche questo prova che è ancora il miglior interprete di certa scadente ma purtroppo rappresentativa italianità. Una specie di "Made in Italy" avariato che abbiamo la pretesa "furbetta" di smerciare al mondo globalizzato o semplicemente ai gonzi che ci cascano e a quanto pare, funziona...

      Elimina
    2. Purtroppo il Paese è in un tale stato di decadenza che solo le barzellette ci tengono a galla....

      Elimina