giovedì 5 dicembre 2013

Count Basie - The Original American Decca Recordings

La Verve ha appena pubblicato "Count Basie - The Original American Decca Recordings" un cofanetto di tre CD, che contiene 61 incisioni dal 1937 al 1939, le storiche registrazioni di quella meravigliosa orchestra, (con Lester Young e Hershel Evans) nella ristampa integrale di quelle originali per Decca.


Durante gli anni della Grande Depressione, una sola città in tutti gli Stati Uniti riusciva a tenere alto il vessillo del jazz: Kansas City. 
Patria di William Basie, detto “Count”, il Conte, che fondò un’orchestra da sogno, la Barons of Rhythm, che detterà legge per decenni e risulterà la più celebrata big band della Swing Era. 
Le incisioni realizzate fino allo scoppio della Seconda Guerra  mondiale entreranno nel mito: nelle file militavano sassofonisti del calibro di Lester Young e Hershel Evans, i trombettisti Harry Edison e Buck Clayton, i cantanti Jimmy Rushing e Helen Humes, e la più perfetta macchina da swing mai vista: la “All American Rhythm Section”, composta da Count Basie, dal chitarrista Freddie Green, dal contrabbasso di Walter Page e da Jo Jones alla batteria.
Nel 1950 la popolarità della band incominciò il suo declino e a causa di problemi finanziari Count Basie fu costretto a scioglierla, stessa sorte che capitò a tutte le grandi orchestre del tempo, all'infuori di quella di Duke Ellington.
Solo nel 1952 Basie riuscì a ricostituire una vera e propria band.  con l'aiuto del cantante e arangiatore Billy Eckstine.
In seguito a numerose registrazioni, in studio e dal vivo, Count Basie divenne un punto di riferimento del jazz e la sua band una sorta di istituzione e scuola per giovani musicisti.
Ecco l’integrale delle incisioni Decca di quella meravigliosa orchestra, complete del libretto originale di 32 pagine dell’edizione del 1992.

Nessun commento:

Posta un commento