sabato 16 novembre 2013

Tom Harrell a Ferrara

Sabato 16 novembre (ore 21.30), per il penultimo appuntamento in collaborazione con Bologna Jazz Festival, il Jazz Club Ferrara ospiterà il talento straordinario del Tom Harrell "Trio of Life".


Musicista e compositore sopraffino, Tom Harrell è considerato maestro indiscusso della melodia, tanto da essere eletto ininterrottamente dal 1977 tra i migliori trombettisti e dal 1995 tra i migliori compositori da Down Beat Magazine.
Sebbene la sua discografia vanti oltre 260 registrazioni e sia presente sulla scena jazzistica da oltre quarant’anni – ha collaborato con artisti del calibro di Bill Evans, Gerry Mulligan, Mel Lewis, Charlie Haden, ecc. , Carlos Santana e formazioni quali The Vanguard Jazz Orchestra e la WDR Big Band hanno registrato suoi brani - Harrell continua a sorprendere per intenso lirismo e una raffinatezza armonica e ritmica senza pari, che emerge costante sia dalla scrittura che dal suono della tromba o del flicorno. 
Il segreto di questa icona del jazz, che continua ad ispirare moltitudini di persone, risiede nel rapporto intimo tra se stesso e la musica intesa come processo creativo di autentica bellezza. 
Individuare la bellezza è qualcosa di molto difficile” spiega Harrell “poiché il mondo è pieno di altri elementi. In ognuno di essi alberga una dualità di base, come lo yin e lo yang. Così cerco di scovare la parte viva, luminosa di ogni cosa, quella che scorre.” 
La musica per Harrell costituisce altresì un valido mezzo di meditazione e guarigione, grazie al quale continua instancabile la sua lotta contro la schizofrenia. “La musica è energia guaritrice. È l’elemento principale che mi dà forza.” Afferma l’artista “Credo sia positivo per ogni musicista suonare giorno e notte, poiché la musica è sorgente di vibrazioni positive.” 
Cresciuto in California e laureatosi in composizione alla Stanford University, Harrell debutta nel mondo del jazz entrando a far parte delle big band di Stan Kenton e Woody Herman. 
Il successivo e duraturo sodalizio con protagonisti quali Horace Silver e Phil Woods ha posto le basi per la carriera di leader dell’artista suggellata dalle pubblicazioni per RCA/BMG.
Diversamente dai lavori firmati dalla prestigiosa etichetta e basati su progetti di ampio respiro confezionati per large ensembles, gli album più recenti – come Number Five (Highnote Records, 2012), Time of the Sun (Highnote Records, 2011) ecc. – sono “cesellati” per il quintetto dell’artista. Negli ultimi due anni poi, alla stregua di un meticoloso artigiano, Harrell ha sviluppato progetti dal sapore cameristico che prevedono il coinvolgimento di alcuni membri del quintetto in questione. 
Trio of Life, completato da Danny Grissett al pianoforte e da Ugonna Okegwo al contrabbasso, rappresenta un nuovo approdo di questa affascinante ricerca musicale.

Nessun commento:

Posta un commento