giovedì 14 novembre 2013

The Complete Chick Webb & Ella Fitzgerald Decca Sessions (1934-1941)

Questo cofanetto di 8 CD's, raccoglie 187 pezzi che celebrano una meravigliosa confluenza nella vita e nella musica. Chick Webb, un batterista innovativo e bandleader, e sua moglie Sally, che salvò Ella Fitzgerald dalle strade quando aveva 16 anni. Quando lei entrò nella band, fu l'inizio di una incredibile carriera vocale nel jazz di oltre 60 anni. 


Questa collaborazione aiutò anche a preservare il lavoro di Webb. La sua carriera, devastata dai problemi alla nascita che portarono alla sua morte prematura a soli 37 anni, probabilmente sarebbe stata dimenticata tranne da quelli che lo videro esibirsi.
Prima che la Fitzgerald entrasse nella band, Webb aveva registrato 23 brani strumentali, 13 dei quali sono inclusi qui. Sono solidi esempi di una grande swing band; Ad esempio Don’t Be That Way scritta in collaborazione con Benny Goodman.
La Fitzgerald, che condivise la voce con Charles Linton, fu speciale. Quando entrò nella band di Webb non aveva un indirizzo permanente ed era inesperta, ma nei due anni successivi, avrebbe eclissato il suo mentore.
L'etichetta di Webb, la Decca, riconobbe il talento di Fitzgerald e si assicurò che lei fosse presente su quattro dei cinque dischi della band. I Webb divennero i suoi tutori legali, e quello fu uno dei motivi per cui lei rimase con la band, piuttosto che iniziare subito una carriera da solista.
In realtà, lei rimase anche dopo la prematura morte di Webb e 59 brani di questa collezione la vedono esibirsi con la band al completo o nelle ensemble più piccole che rimasero insieme nei due anni successivi alla morte del leader.
La Decca fu costituita nel mese di agosto 1934, e subito ingaggiò l'Orchestra di Webb. Fitzgerald giunse nel marzo del 1935 ed iniziò a registrare tre mesi dopo. Appena sei mesi dopo, la swing era esplosa, un cambiamento nel gusto musicale nazionale che creò un nuovo grande mercato per le big band di jazz.
Webb appositamente mise a punto religiosamente ognuno dei suoi tamburi, e meticolosamente sostituiva le testate al primo segno di usura. Usava campanacci, blocchi di legno e rim shots per aggiungere colore e accento.
Afflitto dalla tubercolosi spinale sin da bambino che lo rese gobbo, rigido e basso di statura, Webb superò i suoi limiti fisici grazie alla sua creatività, musicalità, all'abilità di showman, alla personalità ed alla leadership. Fornì il collante che tenne insieme la sua esplosiva ensemble, dalla sua piattaforma sopraelevata al centro del palco.
Pur non essendo in grado di sostenere lunghi assoli, Webb compensò con le sue sottili tecniche di fraseggio e le dinamiche scintillanti. E, come si ascolta nel set, si può sentire la Fitzgerald crescere nella voce.
Tutti i suoi primi successi sono inclusi: "Sing Me a Swing Song,” “You’ll Have to Swing It (aka Mr. Paganini),” “Darktown Strutter’s Ball” e “A-Tisket, A-Tasket.” Sono anche incluse due tracce che presentano la Fitzgerald con i Mills Brothers in una interpretazione a cappella di "Big Boy Blue" e "Dedicated to You".
Nei 12 anni coperti dal cofanetto, sono presenti tra i sideman alcuni nomi che sarebbero diventati molto conosciuti, Louis Jordan, Benny Carter, Taft Jordan, Bobby Stark, John Kirby, Hilton Jefferson, Wayman Carver, John Trueheart, Mario Bauza, Pete Clark, Chauncey Haughton, Garvin Bushell e Edgar Sampson (anche arrangiatore a tempo pieno della band). Altri, come Ram Ramirez e Eddie Barefield si unirono negli anni post-Webb , quando l'ensemble divenne nota come Ella Fitzgerald e la sua Orchestra.
Il produttore Scott Wenzel ha cercato i migliori master di qualità tra quelli disponibili. Il libretto di 38 pagine che accompagna il set è pieno di molte fotografie rare, appunti eccezionalmente dettagliati di John McDonough della rivista DownBeat, e dettagliate informazioni sulla sessione track-by-track.
La notevole memoria dell'arrangiatore Van Alexander, l'unico sopravvissuto di queste sessioni, ha contribuito a mantenere le complesse e sfuggenti informazioni quanto più precise possibili.
Questo è certamente un must per ogni appassionato di big band e di swing che Mosaic distribuirà in edizione limitata di 5.000 copie.

Nessun commento:

Posta un commento