lunedì 25 novembre 2013

Stacey Kent a Bari

Doppio set (alle ore 20,30 e 22,30) di concerti baresi per la splendida voce di Stacey Kent, all’apice del suo percorso artistico, nell’ambito della stagione musicale dell’"Associazione Nel Gioco del Jazz".

Foto di Joao Vicente
(Creative Commons)

Con la Kent sul palco del Teatro Forma di Bari: Jim Tomlison al sax, Grahman Harvey al pianoforte, Jeremy Brown al basso, Matt Skelton alla batteria.
Una voce solare, lieve, leggera e mai banale: un canto che esprime una serenità di rara bellezza.
La Kent è reduce dalla standing ovation riscossa al concerto tenuto all'Olympia a Parigi (il 15 novembre) ed è attesa al Birdland di  New York (dal 3 all'8 dicembre). In Italia Stacey è attesa a Bari il 28 novembre (Teatro Forma) e a Milano il 29 novembre (al Blue Note Jazz Club). 
Con una decina di album al suo attivo, una nomination nel 2009 ai Grammy Awards e una media di oltre 250 concerti annui, Stacey Kent è una delle cantanti jazz del momento. 
Raconte-moi, album cantato in francese, e il recentissimo Dreamer in concert, un live registrato a La Cigale di Parigi, sono le ultime sue pubblicazioni per la prestigiosa Blue Note, cui è legata dal 2007. 
Nata negli Stati Uniti, ma trasferitasi in Inghilterra, per perfezionare i suoi studi di lingue e imparare il francese l'italiano ed il tedesco, inaspettatamente, complice le atmosfere della "vecchia europa" diventa una delle più apprezzate interpreti del jazz al di là e al di qua dell'Atlantico.
I primi passi in musica a Oxford nella cerchia degli studenti universitari, per approdare alla mitica CBS che la invita allo show televisivo Sunday Morning
La sua fama si amplia sempre più a livello internazionale con inviti in Giappone e Cina. 
Stacey Kent vanta numerosi dischi di platino e d’oro, nonché premi discografici e della critica internazionale. È passata dal Jazz Cat Club, con la sua vena raffinata e romantica, all’Olympia di Parigi e al Birdland di New York. 
Dreamer in concert, l'album che presenterà questa sera, presenta una tracklist che comprende sia composizioni originali che classici di alcuni fra i più grandi nomi della musica brasiliana, da Tôm Jobim a Dori Caymmi, da Marcos Valle a Roberto Menescal, quest’ultimo interviene anche in due tracce dell’album, inclusa la sua O Barquinho.
Una serata di grande prestigio da non perdere.

Nessun commento:

Posta un commento