martedì 12 novembre 2013

René Marie in diretta questa sera su TSF Jazz

Questa sera l'emittente TSF Jazz trasmetterà in diretta streaming il concerto di René Marie, dal Duc des Lombards di Parigi.  La cantante sarà accompagnata da Franck Amsallem (piano), Sylvain Romano (contrabbasso) e Karl Jannuska (batteria).


La nativa della Virginia e residente ad Atlanta, Rene Marie è una riconoscibile, tuttavia piuttosto imprevedibile vocalist jazz, che - a seconda del suo stato d'animo - può essere eccentrica e giocosa un momento, ma anche bluesy, soulful, o sexy quello immediatamente successivo. 
La cantante, benedetta da una impressionante estensione, ha una varietà di influenze. Marie mostra il suo apprezzamento per Betty Carter su alcune delle sue performance più stravaganti, mentre le sue inclinazioni più bluesy e soulful sottolineano la sua passione per Sarah Vaughan, Ella Fitzgerald, Dinah Washington e Nancy Wilson. Ma a differenza della Wilson - che ha registrato diversi album pop-oriented - Marie è stata sempre più indirizzata verso il jazz. 
Per molti anni, Marie non ha perseguito aggressivamente una carriera nella musica. 
Nata a Warrenton in Virginia il 7 novembre 1955, è cresciuta a Roanoke, durante la crescita dei suoi due figli, decise di mettere il jazz nel dimenticatoio, cantando solo di tanto in tanto ai matrimoni degli amici; la Marie si sentiva troppo occupata ad essere genitore per perseguire una carriera come cantante. 
Poi nel 1995, quando ha compiuto 40 anni, ed i suoi figli frequentavano l'università, cominciò a cantare professionalmente. Nel 1997 registrò un CD intitolato Renaissance, e nel 1999 giunse a Washington per un concerto al famoso Blues Alley.
Quello stesso anno firmò per l'etichetta MAXJAZZ con base a St. Louis. How Can I Keep From Singing? la sua prima uscita per MAXJAZZ, uscì nel 2000, seguita da Vertigo nel 2001. Entrambi i CD furono prodotti dal pianista Bruce Barth. 
Vertigo raggiunse il primo posto nelle classifiche jazz di Gavin, raggiungendo le top ten delle classifiche universitarie sia negli Stati Uniti che in Canada. Vertigo venne anche citato dal The Penguin Guide to Jazz come uno dei più importanti 85 album della storia del jazz.
Con MAXJAZZ la Mariè ha pubblicato altri due album, Live at Jazz Standard (2003) e Serene Renegade (2004).
René Marie attirò polemiche nel 2008, quando fu invitata a cantare "The Star-Spangled Banner" ad un evento civico a Denver, e sostituì il testo della canzone con quello di "Lift Every Voice and Sing". Questo arrangiamento dell'inno nazionale fa parte della suite che dà il titolo all'album del 2011, The Voice of My Beautiful Country per la sua attuale etichetta Motéma Music. 
Si è specializzata nello scrivere la propria musica. Il suo album del 2011, Black Lace Freudian Slip contiene solo tre canzoni non scritte da lei, una delle quali scritta da suo figlio, Michael A. Croan, che la canta con lei.
Ha anche pubblicato nel periodo 2007-2009, una serie di singoli che trattavano questioni sociali come "This Is Not a Protest Song" che si concentrava sulle questioni degli homeless, e "3 Nooses Hanging" sui problemi razziali a Jena, in Louisiana.
Oltre alle sue opere puramente musicali, ha anche scritto , prodotto e interpretato uno spettacolo "one-woman" di parole e musica, Slut Energy Theory - U'Dean, in cui esplora il viaggio dagli abusi sessuali al raggiungemnto dell'autostima.
Nel concerto di questa sera la Marie presenterà il suo ultimo album, "I Wanna Be Evil", un piccante omaggio a Eartha Kitt che Orson Welles considerava la donna più sexy del pianeta e che parallelamente alla carriera di cantante incarnava Catwoman nella serie televisiva Batman. 

Clicca sul player dell'emittente per ascoltare in diretta il concerto, questa sera alle ore 20.

Nessun commento:

Posta un commento