mercoledì 6 novembre 2013

Nicole Mitchell And Ice Crystal a JazzSet (audio)

Recentemente la celebre trasmissione della Wbgo, JazzSet, ha presentato il concerto della formazione Ice Crystal della grande flautista Nicole Mitchell, registrato il 18 maggio di quest'anno al Kennedy Center for the Performing Arts di Washington, in occasione del Mary Lou Williams Women in Jazz Festival. Per l'occasione la formazione era costituita da Nicole Mitchell, flauto; Jason Adasiewicz, vibrafono; Joshua Abrams, contrabbasso e Frank Rosaly, batteria. 

Foto tratta dal sito della Npr

Nicole Mitchell è cresciuta in California, ma a Chicago è diventata l'artista originale che è oggi. Dalla metà dei suoi 20 anni fino ai suoi 40 anni, ha suonato ed insegnato lì, e composto e presentato opere complete per spiriti creativi, come la romanziera di fantascienza Octavia Butler (Xenogenesis Suite) e la musicista Alice Coltrane (Where the Paths Meet the Sea). 
Lei è stata presidente della Association for the Advancement of Creative Musicians a Chicago ed ha lavorato a stretto contatto con il Jazz Institute di Chicago, portando il nuovo jazz di Chicago in Polonia, Italia e non solo.
Tra i suoi gruppi, la Mitchell ha diretto due ensemble Black Earth, un quartetto con archi ed una big band. Il Chicago Tribune l'ha nominata "Chicagoan of the Year" nel 2006. DownBeat e la Jazz Journalists Association l'hanno nominata la principale flautista per diversi anni. E questa è solo una lista parziale.  
Nelle parole della Mitchell, "L'incontro di flauto e vibrafono ci dà la visuale per [la sua band] Ice Crystal" Nel luglio del 2013, il critico Kevin Whitehead ha identificato il giovane Jason Adasiewicz come "uno dei grandi vibrafonisti del nostro tempo." Al basso e batteria, Joshua Abrams e Frank Rosaly sono descritti come "onnipresenti" e "integrali" al tessuto musicale odierno di Chicago, incentrato sul jazz ma che ama attraversare i generi.
Il repertorio di Ice Crystal in questo concerto consiste in gran parte sull'album del 2013 Aquarius from Delmark, per l'etichetta Windy City. 
Recentemente, però, l'impensabile è accaduto: la Mitchell si è trasferita. E' docente di musica in Composizione integrata, Improvvisazione e Tecnologia presso l'Università della California-Irvine. Lei ha già creato una nuova formazione, Sundial Ensemble. E nel 2012, la Fondazione Doris Duke Charitable ha nominato Nicole Mitchell, Doris Duke Artist. L'onore arriva con un grande supporto alla carriera.
L'unica scelta in questo set con testi, è in onore dell'amato sassofonista Fred Anderson (1929-2010), che dette anni di opportunità per musicisti come la Mitchell al suo Velvet Lounge su Cermak Road. Il giornalista di Chicago Neil Tesser descrisse il Velvet come "il bar di un operaio di giorno, ed il paradiso del jazz d'avanguardia di notte." Il titolare non è dimenticato. Calvin Gantt è la voce narrante di questo tributo.
(Fonte Npr)

Nessun commento:

Posta un commento