giovedì 21 novembre 2013

il Il Blue Note di Milano sbarca a Piazza Affari

La campanella di Piazza Affari presto suonerà il jazz. Il Blue Note, noto locale milanese, è pronto infatti a sbarcare sul segmento Aim, quello riservato alle società piccole e medie. L'obiettivo è quello di debuttare entro gennaio del prossimo anno.


Dopo dieci anni di rinomata attività, i proprietari del locale cult per gli amanti del jazz vorrebbero espandersi e aprire in altre città italiane (Roma innanzitutto) e per farlo servono circa due milioni di euro, quanto appunto si conta di raccogliere dalla quotazione.
Attualmente il Blue Note fa capo a Paolo Colucci (49%), Giovanni Lega (15%) e Marco Costaguta (10%). Con loro, una serie di altri piccoli 'azionisti': Alessandro Valeri di Intermonte, Enzo Manes e Giorgio Mancuso.
La società ha già nominato come advisor Emintad per la parte finanziaria, Ernst&Young per la revisione e Norton Rose Fulbright per gli aspetti legali.
ll Blue Note si prepara alla quotazione all’Aim con un bilancio in lieve perdita, ma con una significativa tenuta dei ricavi che sfiorano ormai i 4 milioni di euro. 
La Blue Note srl controlla la Bn Eventi che svolge l’attività di organizzazione di eventi esclusivi, di intrattenimento e ristorazione principalmente verso aziende o gruppi di persone, all’interno delle manifestazioni del locale: nel 2012 la controllata, finanziata per 750 mila euro, ha segnato ricavi per 393 mila euro. Blue Note, con un patrimonio netto di oltre 1 milione, ha debiti verso banche per 480 mila euro. 

1 commento:

  1. ma erano loro che suonavano quella musica da funerale davanti a piazza affari ieri 22 luglio?

    immagino sia andata splendidamente...

    RispondiElimina