giovedì 7 novembre 2013

Gary Smulyan - Bella Napoli

Il sassofonista baritono Gary Smulyan si unisce al famoso attore e cantante Dominic Chianese ("Zio Junior" ne I Soprano) per Bella Napoli, una elegante collezione di preferiti italiani, pubblicato lo scorso 15 ottobre per l'etichetta Capri Records.


La formazione di Smulyan comprende anche l'arrangiatore Jeff Lederer, il pianista-fisarmonicista Gary Versace, il bassista Martin Wind, il batterista Matt Wilson e Joseph Brent al mandolino e violino.
Ci sono degli incontri artistici che noi non vediamo arrivare ma, quando i migliori di questi si verificano in qualche modo, sembrano inevitabili.
L'unione musicale di Gary Smulyan, l'acclamato sassofonista baritono, e Dominic Chianese, il famoso attore e cantante, può apparire strano, ma il risultato del loro nuovo album, Bella Napoli - una raccolta di classici napoletani - racconta una storia diversa. L'amore che entrambi condividono per queste canzoni senza tempo, e l'ovvio rispetto che ciascuno sente per l'arte dell'altro, risuona in questo album sincero.
Dopo aver raccolto gli spartiti originali di canzoni tradizionali napoletane le cui forme "liriche e belle" gli hanno parlato, Smulyan le ha poi inviate ad un suo stretto collaboratore musicale, il sassofonista Jeff Lederer a cui, come direttore musicale per Bella Napoli, è stata data carta bianca nel concepire le modalità.
"Ho scelto canzoni che, per me, riflettono la natura aperta della cultura italiana", Smulyan spiega. "Questa è una musica piena di sentimento, ed ha una qualità funky che abbiamo cercato di catturare."
Cercando di trovare un equilibrio tra la natura improvvisativa del jazz e il carattere lirico delle canzoni, Bella Napoli è per metà strumentale, e metà vocale. I pezzi interamente strumentali comprendono "Funiculi Funicula," "O Saracino" e "Tra Veglia e Sonno." Il playing profondamente espressivo mid-tempo di Smuyan illumina "Fenestra Che Lucive" e "Pegue."
Celebrando il suo 82 compleanno, appena due settimane dopo che fu registrato l'album, Chianese presenta performance vocali che sono tutto cuore.
Avendo cantato queste canzoni italiane per gran parte della sua vita, questa musica era nel sangue di Chianese. La sua passione e sensibilità sono evidenti in ogni respiro. Si può apprezzare questo nella coda dell'album, una performance, non accompagnata e struggente di "Santa Lucia Lontana".
Smulyan dice: "Domenico non ha mai suonato con una band del genere prima, ma lui è riuscito ad inchiodare tutto in solo una o due takes. Lui ama cantare, e quando lo fa, diventa senza età. Dominic è un vero gentiluomo - l'esatto contrario del suo personaggio su I Soprano".
Ciò che permea Bella Napoli è il vero impegno di tutte le persone coinvolte nel progetto, non c'è il minimo accenno di trucchetti o di kitsch. Ciò che è viene fuori non è altro che l'amore condiviso per due culture musicali che in qualche modo si fondono perfettamente come un Parmigiano-Reggiano sulla pasta fresca e il "sugo".
(Fonte Jazz Corner)

Nessun commento:

Posta un commento