lunedì 7 ottobre 2013

John Abercrombie apre la stagione del Jazz club Ferrara

Questa sera, lunedì 7 ottobre, alle ore 21.30 il Torrione San Giovanni inaugura la nuova stagione di Ferrara in Jazz 2013-2014 con il John Abercrombie Quartet che presenterà, in esclusiva nazionale, 39 Steps nuovo episodio discografico griffato Ecm.

Foto di Curtis Burns
(Creative Commons)

Il chitarrista statunitense, pioniere del jazz contemporaneo, ha scelto il Jazz club Ferrara quale unica tappa italiana di un impegnativo tour che toccherà altresì Francia, Germania, Austria, Polonia e Ungheria.
Ad accompagnare Abercrombie, artista di casa Eicher sin dalla prima metà degli anni ’70 (il suo primo album come leader, Timeless, è del 1974) troviamo Drew Gress al contrabbasso, Joey Baron alla batteria e Marc Copland al pianoforte.
Per Copland, a fianco di Abercrombie da oltre quarant’anni (erano entrambi membri del quartetto di Chico Hamilton), 39 Steps rappresenta per contro il debutto in Ecm. 
L’affiatamento tra colui che è stato definito “pianista dal tocco sublime” ed il chitarrista che è riuscito a coniugare l’evoluzione delle moderne tecniche sonore e strumentali con il significato più autentico dell’espressione jazzistica (già con Gil Evans, i fratelli Brecker, Dave Holland, Jack DeJohnette, Ralph Towner, Kenny Wheeler, ecc.), emerge anche in questa occasione.
“Se avessi suonato la chitarra” afferma Copland “l’avrei voluta suonare come lui”.
L’album consta di dieci brani: sette creati dal leader del quartetto e due dallo stesso Copland. Un tangibile percorso d’improvvisazione condivisa esaltato nel brano che porta il titolo della pellicola hitchcockiana Shadow of a Doubt. 
La delicatezza del contrabbasso di Gress (membro delle diverse formazioni di Abercrombie e Copland da oltre dieci anni), coadiuvato dall’intenso drumming di Joey Baron (già in trio con Copland e Gary Peacock) fanno sì che l’intero album, così come recensito dal critico inglese Chris Parker, “trasudi classe ed eleganza”.
Per informazioni: www.jazzclubferrara.com

Nessun commento:

Posta un commento