venerdì 11 ottobre 2013

Jazz: Body and Soul - Bob Willoughby

West Coast, anni '50: un'epoca di giovinezza, esuberanza e cambiamento. Mai ciò fu più evidente che nella musica che si diffondeva dalla scena jazz californiana. 
Prima di diventare famoso come cronista delle star di Hollywood, il fotografo Bob Willoughby aveva realizzato una stupefacente serie dedicata ad alcuni musicisti fondamentali della scena jazz. 


Mentre lavorava di notte nella camera oscura allestita nel suo garage per evitare le infiltrazioni di luce, con la radio a tutto volume, Willoughby ascoltava tutti i grandi dell'era d'oro del jazz. 
Se sentiva una trasmissione live da un locale nelle vicinanze, lasciava tutto e si precipitava, fotocamera alla mano, per immortalare l'evento. 
Willoughby apprezzava enormemente il jazz, sia per gli aspetti tecnici sia per l'entusiasmo che comunicava durante le performance. Possedeva la magistrale capacità di comprendere il carattere dell'artista, e riusciva a comunicarlo anche nelle peggiori condizioni di illuminazione degli studi di registrazione e del palcoscenico. 
In "Jazz: Body and Soul" troverete immagini impareggiabili degli artisti più famosi dell'epoca - Miles Davis, Louis Armstrong, Chet Baker, Gerry Mulligan, Billie Holiday - e fotografie inedite di performance ispirate come della tensione del backstage, accompagnate dalle meomorie personali di Willoughby. 
Una visione di prima mano di come fosse trovarsi là, essere parte di ciò che il figlio di Dave Brubeck, Darius, definì: "l'inizio dell'al di là."

"Il fotografo Bob Willoughby è diventato famoso come cronista della Hollywood degli anni ’50, ’60 e ’70, tra i sui lavori più belli ricordiamo “Bob Willoughby: Audrey Hepburn: Photographs 1953-1966, un libro dedicato alla bella Audrey, in cui lei si concede al’obiettivo del suo amico sin dal 1953, dopo l’arrivo a Hollywood e il debutto da Oscar in Vacanze Romane. Bob Willoughby però oltre a fotografare i divi della sua epoca era anche un grande appassionato di jazz, lo ascoltava ma, soprattutto, lo fotografava con amore e passione.
Bob Willoughby è un fotografo affermato che ha pubblicato su Look, Life e Harper’s Bazaar, adesso le opere di questo grande artista fanno parte delle collezioni private di degli appassionati e sono ospitate nei musei più importanti del mondo, tra cui il Museum of Modern Art e la Tate Gallery.
Se siete appassionati di fotografia e di jazz non potete perdere il libro “Jazz: body and soul” di Bob Willoughby, un volume di 196 pagine in cui troviamo le fotografie dei grandi jazzisti della sua epoca, personaggi che la storia ha consacrato e che lui, fotografava tutte le volte che poteva. Sviluppava i rulli nella sua camera oscura, in garage, ascoltando della buona musica a tutto volume. Un libro impregnato di amore e di musica, di passione e di jazz, in cui si possono trovare varie fotografie inedite di performance incredibili, ma anche qualche scatto del backstage in cui si vede la tensione che c’è prima di salire sul palco. L’adrenalina che ci fa sentire vivi e che non dovrebbe mai mancare nelle nostre vite." 
(Fonte Click Blog)

Nessun commento:

Posta un commento