mercoledì 30 ottobre 2013

Jack DeJohnette Group feat. Don Byron al Blue Note di Milano

Jack DeJohnette, universalmente considerato uno dei più grandi batteristi della storia della musica jazz, sarà ospite questa sera e domani al Blue Note di Milano. 


Foto tratta dal sito della Blue Note

Nei suoi primi anni nella scena di Chicago, oltre a condurre una propria formazione, fu ugualmente molto richiesto sia come pianista che come batterista, collaborando con la maggior parte dei più iconici musicisti nella storia del jazz quali: John Coltrane, Miles Davis, Ornette Coleman, Sonny Rollins, Sun Ra, Jackie McLean, Thelonious Monk, Bill Evans, Stan Getz, Chet Baker, George Benson, Charles Lloyd, Herbie Hancock, Joe Henderson, Freddie Hubbard, Abbey Lincoln, Betty Carter e Eddie Harris, che lo convinse a suonare la batteria dopo averne apprezzato il talento naturale.
Jack DeJohnette è attualmente uno dei componenti del leggendario Standard Trio di Keith Jarrett con il quale ha segnato un marchio indelebile nella storia della nostra musica, ma è anche uno dei pochi musicisti, come Dun Pullen, a riconoscere l’importanza della musica dei Nativi-americani per i quali scrisse il celebre album Music for the Fifth World, ispirato alla musica della Seneca Nation.
Oggi a 70 anni compiuti DeJohnette non mostra ancora segni di cedimento, al contrario si dimostra ancora pieno di idee e di energie sul suo bellissimo ultimo album, lo strepitoso Sound Travels (2012).
Al Blue Note, DeJohnette presenta un supergruppo con Don Byron ai sassofoni e al clarinetto, George Colligan al pianoforte e alle tastiere e Jerome Harris al basso e contrabbasso.
Una formazione di virtuosi che ha un fulcro essenziale nell’interplay fra i vari solisti alle prese con i brani di «Sound Travels», la più recente produzione da leader del batterista.
DeJohnette nel corso del 2014 presenterà un nuovo progetto con il sassofonista Joe Lovano e con la vocalist Esperanza Spalding.

Nessun commento:

Posta un commento