giovedì 10 ottobre 2013

Introducing Letizia Gambi

"Introducing Letizia Gambi" è l’album d’esordio di Letizia Gambi, l’artista partenopea che ha conquistato con la sua bravura la leggenda del Jazz mondiale Lenny White. Il cd, prodotto da Jando Music e distribuito da VVJ/Universal, è stato infatti ideato e sviluppato da Letizia in collaborazione con Lenny White, che ne ha curato la produzione artistica. 


Lenny White, considerato uno dei batteristi padri fondatori del genere fusion, nella sua lunga carriera ha inciso pietre miliari della storia del Jazz come “Bitches Brew” di Miles Davis , “Red Clay” di Freddie Hubbard oltre ad essere membro storico della super band nata negli anni 70 Return to Forever con Chick Corea e Stanley Clarke con i quali è reduce da due tour mondiali. 
La sua grande versatilità lo porta a collaborare con quasi tutti i maggiori musicisti dell’ultimo secolo, da Herbie Hancock ai rapper LL Cool J e Big Daddy Kane, passando da Santana, Stan Getz, Gil Evans, Jaco Pastorius, Wayne Shorter, Marcus Miller ,Michel Petrucciani, Bill Withers, Chaka Khan per citarne solo alcuni. Band leader e autore di colonne sonore (Spike Lee e Reginald Hudlin) White è pluri vincitore di Grammy Awards sia come musicista che come produttore.
Lenny White è stato conquistato dal talento e dal progetto artistico presentatogli da Letizia e in diciotto mesi di lavoro frenetico tra Milano, Roma e New York ha visto la luce “Introducing Letizia Gambi”. 
Il disco è la sintesi di due mondi apparentemente lontani eppure in grado di fondersi in perfetta armonia dando vita ad un sound autentico che unisce in se l’heritage Jazz-nero-americano con quello melodico mediterraneo. Lenny e Letizia la definiscono "Cultural fusion" e hanno reinterpretato in modo internazionale e personale alcuni brani del grande repertorio della canzone napoletana e italiana, nonché cover internazionali, inserendo anche brani originali di grande impatto musicale ed emotivo come il singolo primo estratto “ATime”.
Introducing Letizia Gambi” è l'unione, quindi, di due patrimoni culturali e di due punti di vista artistici diversi; è il dialogo tra la raffinata sensibilità artistica della cantante italiana e l’esperienza del leggendario musicista americano; è una collaborazione nata dalla voglia di sperimentare e condividere con un approccio alla musica da “XXI° secolo”, come amano definirlo i due artisti.
L’idea ha trovato subito il forte interesse di alcuni tra i più grandi musicisti al mondo, che hanno voluto accettare la sfida musicale lanciata da Lenny e Letizia, sostenendo e collaborando al progetto: Ron Carter, Chick Corea, Wallace Roney, Patrice Rushen, Gil Goldstein e Gato Barbieri (solo per citarne alcuni) hanno arricchito con la loro sensibilità musicale e con straordinarie esecuzioni alcuni brani del disco contribuendo a renderlo ancora più prezioso. 
La passione mediterranea si esprime attraverso la sensibilita' e il linguaggio Jazzistico dei leggendari musicisti coinvolti, il tutto, sotto la cinematografica visione di Lenny White, il quale dirige gli artisti come un regista dirige gli attori di un film.
I brani di “Introducing Letizia Gambi” sono molto diversi tra loro ma accomunati da uno stile inconfondibile. Si passa dalle atmosfere arabeggianti e vagamente sudamericane di “Appocundria”, famosa cover di Pino Daniele impreziosita dal piano di Chick Corea, a quelle del brano di Prince “The question of U” dove Gato Barbieri suona un solo di rara bellezza. 
La famosissima “Tu si’na cosa grande” diventa “You are so special" unica incisione in inglese mai autorizzata dalla Sig.ra Franca Gandolfi, moglie del grande Domenico Modugno, che ne è rimasta affascinata; è una ballad jazz di ampi respiri ed è il turno di Wallace Roney alla tromba. 
L’album comprende brani in inglese, napoletano, italiano e spagnolo ed i brani originali sono composti a quattro mani da Letizia e Lenny. 
Il cd è stato registrato tutto negli Stati Uniti e l’unico pezzo inciso in Italia con la partecipazione di rinomati jazzisti Italiani - Antonio Farao’, Dario Rosciglione, Max Ionata - è “Secret Tears” riadattamento in inglese di Letizia dell’aria “Una furtiva lagrima” tratta dall’opera “L’elisir d’amore” di Gaetano Donizetti. (PRIMAPRESS)

Nessun commento:

Posta un commento