giovedì 5 settembre 2013

Tigran e Shai Maestro in diretta video questa sera!

Straordinario appuntamento questa sera con il grande jazz dal vivo!
Potremo vedere in diretta streaming, il video dei concerti del trio di Shai Maestro e a seguire dello "Shadow Theatre" del pianista Tigran, per la rassegna Jazz à la Villette di Parigi.


A soli 19 anni, Shai Maestro ha alle spalle un'esperienza con il bassista Avishai Cohen con cui va in tour in tutto il mondo. Sei anni più tardi, Shai Maestro vola con il suo trio. Dal suo impressionante album di debutto pubblicato nel 2012, il pianista israeliano si è imposto con le sue composizioni per pianoforte che possiedono un estetica del tutto personale. Una musica che benchè sia radicata nel jazz, si alimenta anche di melodie tradizionali e musica classica. Una fusione amplificata dal perfetto accordo tra il pianista e la splendida sezione ritmica composta dal batterista Ziv Ravitz e dal bassista Jorge Roeder. Poesia, lirismo, ma anche voli frenetici sono garantiti.

Le sue mani erano fisse al pianoforte già da quando aveva tre anni. Nel corso degli anni, Tigran Hamasyan ha costruito un jazz aperto, a volte con il rock nel cuore, ma sempre poetico. Un pò Monk un pò Led Zep, dalle emanazioni delle melodie arrivate dall'Armenia, il giovane pianista, ispirato e a volte furioso, impone comunque un lirismo sorprendente.
Una musica disegnata senza paraocchi. Con una acrobazia o con una carezza, Tigran è sempre sorprendente quando suona. Il suo jazz non assomiglia a nessun altro. In poco più di un quarto di secolo, la maturità delle sue armonie di colori, così come delle sue composizioni, non ha nulla da invidiare a quella dei suoi colleghi anziani. E vale lo stesso per le sue sensazionali improvvisazioni virtuosistiche. La sua formazione "Shadow Theatre" è composta da Areni Agbabian, voce; Ben Wendel, sax; Chris Tordini, basso; Nate Wood, batteria; Ruben van Leer, operatore video.

Qui è possibile vedere le dirette video dei concerti, questa sera a partire dalle ore 20, offerti dal sito Artè.

Nessun commento:

Posta un commento