lunedì 30 settembre 2013

The Spiritual Side Of Wynton Marsalis

Wynton Marsalis scava nella sua ricca collezione di registrazioni ispirate spiritualmente, per The Spiritual Side Of Wynton Marsalis, una speciale collezione di 15 tracce che sarà disponibile in tutto il prossimo 22 ottobre per la Columbia/Sony Classical/Legacy.


La pubblicazione di The Spiritual Side Of Wynton Marsalis coincide con il tour, lungo un mese, di "Abyssinian: A Gospel Celebration Tour" con la Jazz at Lincoln Center Orchestra con il direttore d'orchestra Damien Sneed, e il Chorale Le Chateau che debutterà il prossimo 3 ottobre al Memorial Hall di Chapel Hill, Carolina del Nord e si concluderà alla Symphony Hall di Boston il 27 ottobre. 
Tra i musicisti che attraversano le 15 tracce di The Spiritual Side Of Wynton Marsalis ci sono artisti come Marcus Roberts e Eric Reed (pianoforte), Wycliffe Gordon (trombone), Wessell Anderson (sax alto), Victor Goines (sax tenore), il Dr. Michael White (clarinetto), Ted Nash (canne), e molti altri, tra cui la principale sezione ritmica di Wynton composta da Reginald Veal al basso e il batterista Herlin Riley.
Simeon Marsalis scrive nelle note di copertina, a proposito delle credenze spirituali di suo padre, "Sappiamo che Wynton è un laico umanista, la cui crescita è stata radicata nella filosofia cristiana da sua madre." Wynton riflette, "Spirituale significa le riflessioni più intime sul più alto e su una coscienza onnipervadente. Si tratta di un calore di base e dell'accettazione degli esseri umani nella gloria di una umanità ribelle." 
Le tracce che Wynton ha personalmente selezionato per The Spiritual Side Of Wynton Marsalis variano dai duetti, trii e piccoli combo fino a formazioni orchestrali, e sono stati scelti da sette album originariamente pubblicati dalle etichette Columbia e Sony Classical.
La musica, scrive Simeon: "cerca un equilibrio tra i mondi sacri e profani." Questo equilibrio si può ascoltare nei pezzi che presentano la voce del luminare del gospel contemporaneo Shirley Caesar ("I Hear a Knockin'" and "If I Hold On"), il pezzo che presenta la cantante Cassandra Wilson ("Oh We Have a Friend in Jesus") e su altre tracce sulla registrazione. 
Il fulcro dell'album è una performance inedita di "Precious Lord, Take My Hand", che la leggenda del gospel Marion Williams, registrò quando aveva 65 anni, nel 1993, l'anno prima della sua morte. Questa canzone, dalla penna di Thomas A. Dorsey, il padre della musica gospel, è uno dei fiori all'occhiello della Williams.
Simeone confronta il tema di The Spiritual Side of Wynton Marsalis ad una funzione funebre di New Orleans, "triste ma alla fine edificante", nel modo in cui alterna i ritmi. 
L'effetto è "progettato per celebrare la nostra anima collettiva", egli scrive, "a partire da un unico canto lamentoso, ad una strumentale rievocazione di un servizio domenicale, o ad un intero coro che canta per la redenzione." 
Simeone scrive che suo padre e suo nonno furono ispirati e risollevati dal integrità e dalla spiritualità di A Love Supreme, il capolavoro di John Coltrane. Oggi, Simeone conclude: "Noi siamo risollevati dal supremo amore [di Wynton] per l'eccellenza artistica, che è più pervasiva della consapevolezza, dello spirito."

Nessun commento:

Posta un commento