mercoledì 11 settembre 2013

Pomigliano Jazz

Jazz e territorio: ecco i due cardini alla base del Pomigliano Jazz, manifestazione giunta all’edizione numero diciotto. Dal 15 al 22 settembre ci sarà spazio per le leggende della musica nera come Archie Shepp e Benny Golson, ma anche per itinerari turistici ed enogastronomici, laboratori dedicati ai più piccoli e mostre.


Il Pomigliano Jazz è ideato e diretto da Onofrio Piccolo e per la terza edizione consecutiva si svolgerà in versione itinerante: la manifestazione toccherà cinque location come l’Anfiteatro Romano di Avella, Villa Cappelli a Pollena Trocchia, il Palazzo Mediceo di Ottaviano, il Parco delle Acque di Pomigliano d’Arco e le Basiliche Paleocristiane di Cimitile.
Il programma dei concerti partirà il 15 settembre all’Anfitreatro Romano di Avella con Ludovico Einaudi (ore 20.30), per proseguire poi il 18 settembre con Marco Zurcolo, Francesco Nastro e Antonio Onorato in scena a Villa Cappelli. 
Il giorno dopo al Palazzo Mediceo di Ottaviano è il turno di Franco D’Andrea Three con Mauro Ottolini e Daniele D’Agaro, mentre il 20 settembre al Parco delle Acque di Pomigliano D’Arco sono di scena il Francesco Villani Trio, l’Archie Sheep Quartet, l’orchestra napoletana di Jazz, Nico D’Alessio ed Enrico Merlin.
Il 21 settembre ci sarà il concerto di Benny Golson quartet con special guest Antonio Faraò, Jaques Morelenbaum e il Mario Nappi Trio. 
Nella giornata conclusiva del Pomigliano Jazz alle Basiliche Paleocristiane di Cimitile ci sarà il concerto di Soupstar (Petrella-Guidi) e l’omaggio a Lester Bowie di Enrico Rava
Tutti i concerti in programma sono ad ingresso gratuito ad eccezione di quelli di Einaudi (platea 30 euro – gradinata 20 euro) e Rava + Petrella-Guidi (posto unico 15 euro).
Tra gli itinerari enogastronomici in programma per la diciottesima edizione del Pomigliano Jazz c’è  ’Il Borgo Casamale’ (centro storico di Somma Vesuviana), le visite all’Anfiteatro Romano di Avella e al sito archeologico delle Terme Romane più Conetti Vulcanici del Carcavone. Il programma completo è consultabile sul sito del festival www.pomiglianojazz.com.
(Fonte Vesuvius.it)

Nessun commento:

Posta un commento