venerdì 6 settembre 2013

In uscita un cofanetto multiformato di Taylor Ho Bynum

Firehouse 12 Records pubblicherà il prossimo 12 novembre, Navigation (The Complete Firehouse 12 Recordings), un cofanetto multiformato composto da quattro album, del cornettista e compositore Taylor Ho Bynum


Il progetto documenta quattro diverse versioni della composizione di Bynum "Navigation", con due set registrati dal vivo con il suo sestetto (con Jim Hobbs al sax alto, Bill Lowe al trombone basso e tuba, Mary Halvorson alla chitarra, Ken Filiano al contrabbasso e Tomas Fujiwara alla batteria e vibrafono) e due set registrati in studio con il settetto (con l'aggiunta del batterista e vibrafonista Chad Taylor) .
La musica è stata registrata in due giorni, il 7 e 8 dicembre 2012.
Il live del Sextet (sottotitolato Possibility Abstracts X & XI) sarà pubblicato in doppio Lp in edizione limitata, mentre le registrazioni in studio del settetto (Possibility Abstracts XII & XIII) saranno pubblicate in doppio CD. Tutti i quattro album saranno disponibili in digitale.
Taylor Ho Bynum è uno dei più interessanti personaggi della nuova avanguardia americana. Nato a Baltimora nel 1975, si è costruito una solida reputazione come unica voce musicale, pronto a rischiare in un'ampia varietà di contesti artistici. 
I suoi progetti infatti coprono una vasta gamma di espressioni artistiche, dalle ensemble della tradizione jazz, ai lavori con DJ, compositori classici contemporanei e formazioni di world music, componendo musica per il cinema e il teatro, e nelle collaborazioni con danzatori e artisti visivi.
Dopo aver lavorato con il trombonista Bill Lowe alla Northeastern, mentre era ancora al liceo, Bynum studiò con Anthony Braxton alla Wesleyan University, dove si laureò nel 1998. Nel 1999, apparve su due album di Braxton, e su And Only Life My Lush Lament, un album in duo con Eric Rosenthal.
Due anni più tardi, Bynum suonò con il trio Ex Nihilo con Curt Newton e Jeff Song, e registrò con la Sound Visions Orchestra di Alan Silva. Nel 2002, Bynum eseguì Marriage of Heaven and Earth della Fully Celebrated Orchestra, oltre che in album di duetti con Rosenthal e Braxton.
Le sue più recenti formazioni sono lo SpiderMonkey Strings (costituito da una insolita strumentazione di cornetta, quartetto d'archi, chitarra elettrica, basso tuba e batteria, con Jason Kao Hwang, Jessica Pavone, Stephanie Griffin, Tomas Ulrich, Pete Fitzpatrick, Joe Daley e Luther Gray), il suo trio (con Joe Daley e Tomas Fujiwara) e il suo quintetto (con Mary Halvorson, Evan O'Reilly, Jessica Pavone, e Tomas Fujiwara.). Ha inoltre sviluppato un corpo di musica per cornetta solista ed ha lavorato in duo con la ballerina/coreografa Rachel Bernsen.
Oltre a guidare il suo gruppo, Bynum si esibisce regolarmente con una serie di figure di spicco della musica creativa, ed è presente in oltre trenta registrazioni. Il suo lavoro con Anthony Braxton varia dal duo all'orchestra. Ha collaborato anche con altri personaggi leggendari come Cecil Taylor e Wadada Leo Smith, e si esibisce regolarmente con altri artisti d'avanguardia come Gerald Cleaver, Mary Halvorson, John Hebert, Jason Hwang, Myra Melford, Nicole Mitchell, Joe Morris, e Tyshawn Sorey. 
Inoltre, egli è il vice presidente del Dave Douglas’s Festival of New Trumpet Music (FONT Music), socio fondatore di Firehouse 12 Records, e direttore esecutivo della Fondazione Tri-Centric di Braxton.
La critica lo considera “a young brass master and compelling composer” (Jon Garelick, Boston Phoenix), “one of the most exciting figures in jazz’s new power generation” (Steve Dollar, Time Out Chicago), and “one of his generation’s top avant-garde figures” (Phillip Lutz, The New York Times).

Nessun commento:

Posta un commento