giovedì 12 settembre 2013

Fred Hersch and Julian Lage – Free Flying

E' appena stato pubblicato per l'etichetta Palmetto Records, lo splendido album Free Flying, che accoppia due dei più dotati musicisti della propria generazione: il pianista Fred Hersch e il chitarrista Julian Lage. 


"Se l'età e l'esperienza separano il pianista Fred Hersch ed il chitarrista Julian Lage, li lega una superiore musicalità ed il rispetto reciproco. Nella loro registrazione in duo dal vivo, Free Flying, Hersch, musicista esperto e compositore riconosciuto come una delle personalità jazz più creative della sua generazione, trova terreno comune con Lage, un musicista con un talento precoce, il cui sorprendente comando dello strumento smentisce la sua giovane età. 
Con sonorità tanto vivaci quante liriche, Free Flying, registrato al Club Kitano di New York nel febbraio del 2013, evidenzia l'intuitivo "dai e prendi", che si annuncia come un ispirato incontro musicale tra due musicisti eccezionali che si fidano l'un l'altro completamente. 
Hersch e Lage si concentrano su sei originali, non inediti, dei pianista tra cui "Songs Without Words #3 & #4", le composizioni tributo, "Gravity's Pull (for Mary Joe Salter)," "Free Flying (for Egberto Gismonti)," "Heartland (for Art Lande)" and "Down Home (for Bill Frisell)"; gli standard jazz "Monk's Dream" e "Beatrice" (di Sam Rivers), così come gli alcuni inediti tra cui "Stealthiness (for Jim Hall)". 
Ognuno di questi pezzi offre ai due spazio sufficiente per esporre il flusso discorsivo delle idee melodiche e ritmiche che contraddistingue la loro partnership.
Sebbene i duetti siano una seconda natura per Hersch, avendo registrato numerosi album one-to-one con diversi cantanti e strumentisti, ed ha spesso inserito performance in duo nelle sue registrazioni, tra cui l'acclamato Fred Hersch & Friends: The Album Duo (che comprendeva un'alleanza con Jim Hall), solo una volta in precedenza aveva registrato un intero album in partnership con un chitarrista: Songs We Know, il suo incontro del 1998 con Bill Frisell.
Lage fu fortemente condizionato da quell'album sin da quando era un chitarrista prodigio di soli otto anni. 
Lage, che nel il momento in cui incontrò il pianista nel 2010, aveva già raggiunto una notevole notorietà per il suo lavoro con Gary Burton e altri, iniziò a suonare occasionalmente dei concerti in duo su invito di Hersch. 
«Julian è un musicista molto profondo e sensibile per la sua età", dice Hersch . "Ha fatto i compiti a casa e conosce il linguaggio del jazz in un modo molto profondo Ha un suono speciale che è allo stesso tempo solido e trasparente, ed i nostri suoni sono molto compatibili. Lui è molto aperto al mio modo di suonare ed è un uomo meraviglioso. E' un piacere lavorare con lui.
Lage, da parte sua, ha anche avuto alcune esperienze di lavoro in contesti di duo musicale, tra cui una registrazione con il virtuoso del mandolino, David Grisman e il pianista Taylor Eigsti.
"Il duo è il mio ambiente preferito", dice Lage. "E Fred mi ha sempre colpito. La sua musica ha sempre un forte senso della narrazione. E' sofisticata, così come sviluppata e meravigliosamente indirizzata. Quando suono con lui è come avere il miglior posto a sedere in casa."
"Fred è aperto a qualsiasi cosa io faccia", continua Lage. "Cerco di evitare la tendenza a corrispondere a ciò che sta facendo. Spesso trovo che il mio playing più creativo, vien fuori quando mi oppongo a ciò che Fred ha appena suonato. Cerco di pensare a quello che ci si aspetterebbe e quindi non lo faccio."
Questa attenzione a restare nel momento ed a reagire di conseguenza è una delle prime delizie di Free Flying. Hersch afferma, "Suoniamo la melodia prima di noi. Cerchiamo di restare nel mondo in cui la melodia ci pone"
Sebbene Hersch abbia le mani su una moltitudine di progetti musicali e Lage è similmente occupato, il duo va avanti. "Siamo fermamente intenzionati a mantenere questo progetto di lavoro", dice Hersch." (Fonte C.S.)


Nessun commento:

Posta un commento