giovedì 26 settembre 2013

David Weiss - Endangered Species: The Music of Wayne Shorter

L'80° compleanno di Wayne Shorter ha portato tutto il mondo a celebrare la sua musica. Tra questi il trombettista David Weiss ha arrangiato ed orchestrato diverse composizioni di Shorter ed assemblato un band di dodici all-stars per esibirsi al Jazz at Lincoln Center Da questo splendido concerto è stato tratto Endangered Species: The Music of Wayne Shorter recentemente pubblicato da Motema Musica. 


La band che Weiss ha assemblato comprendeva una sezione di sassofoni che includeva Tim Green al sax alto, Marcus Strickland al sax tenore e soprano; Ravi Coltrane al sax tenore e Norbert Stachel al sax baritono e clarinetto basso. Diego Urcola e Jeremy Pelt insieme allo stesso Weiss componeva la sezione delle trombe mentre Joe Fiedler e Steve Davis sono al trombone. La sezione ritmica invece era composta da Geri Allen al pianoforte, Dwayne Burno al basso e EJ Strickland alla batteria. 
Questo gruppo spettacolare ha eseguito differenti versioni di queste composizioni che generalmente erano state composte per piccoli gruppi. Ma ancora esse conservano una certa somiglianza, mentre l'esecuzione di Shorter di una composizione come Nellie Bly con Art Blakey avrebbe avuto un sapore diverso rispetto a Fall con Miles Davis.
Con questo in mente, ci sono un sacco di momenti piacevoli. Gli arrangiamenti di Weiss forniscono un sfondo lussurioso al meraviglioso playing della band al completo creando l'atmosfera e la base per gli assoli. La sezione ritmica brilla grazie ad una eccezionale Geri Allen sia come parte del ritmica che come solista.
Tutto l'album è pieno di playing brillante come quello del trombonista Davis all'inizio di Nellie Bly, del trombettista Pelt e del sassofonista Coltrane su Fall; Tim Green su Mr Jin; Marcus Strickland al sax soprano su The Turning Gate di Weiss (l'unica composizione non di Shorter, ma basata su uno dei suoi lavori); Pelt e Allen sulla bella ballata Eva e Pelt e Strickland sul pezzo di chiusura Prometheus Unbound.
Se si è d'accordo con il commentatore Bill Milkowski che Wayne Shorter è il più grande compositore vivente del jazz, avendo prodotto alcune delle più significative composizioni degli ultimi sei decenni. Investendo le composizioni con la propria visione musicale e grazie all'assemblaggio di un gruppo formidabile, David Weiss ha prodotto questo notevole saluto a Wayne Shorter che mostra come fresca e contemporanea rimanga la musica di Wayne Shorter e come continui ad ispirare tanti musicisti e ascoltatori.

Ecco l'intero album in streaming offerto da Spotify:

Nessun commento:

Posta un commento