giovedì 29 agosto 2013

La Legacy pubblica un cofanetto di 34 Cd's di Herbie Hancock

La Columbia / Legacy Recordings il prossimo 12 novembre pubblicherà Herbie Hancock: The Complete Columbia Album Collection 1972-1988, un monumentale cofanetto di 34 dischi. Il cofanetto comprende l'intero catalogo di Hancock con la Columbia Records e CBS/Sony Japan, 31 album su 34 dischi, tra cui la prima uscita di otto album, originariamente pubblicati da CBS / Sony in Giappone. 
Altri tre album non sono mai stati pubblicati su CD (Sunlight, Magic Windows, Lite Me Up), mentre altri già pubblicati, sono fuori stampa da anni.


Il cofanetto si presenta come una cassa con coperchio rimovibile, che ospita 28 album singoli e tre album doppi (per un totale di 34 dischi). Ogni album sarà confezionato in cartone replicando la confezione originale, con gli originali artwork. 
Ad accompagnare i dischi ci sarà un libro di 200 pagine, pubblicato in esclusiva per questa collezione. Oltre a decine di fotografie rare, il libro conterrà diverse sezioni, a partire da un lungo saggio storico scritto da Bob Belden che ha vinto tre Grammy Awards per il suo lavoro con la Columbia / Legacy su "Miles Davis Series", sia per le note dell'album (due volte) che per la compilazione.
Il libro conterrà anche singoli commentari su tutti i 31 album di Hancock dello storico Max Schlueter. Il terzo elemento importante del libro è una delle discografie più dettagliate mai incluse in un cofanetto Legacy, assemblata da Richard Seidel. Incluse ci sono le formazioni complete e gli strumenti, i dati della registrazione (date, produttori, ingegneri, mixer, studi, ecc.), le date esatte di pubblicazione originale sia negli Stati Uniti che in Giappone, riferimenti incrociati per le presenza delle varie canzoni in altre parti del cofanetto, informazioni sulle classifiche Billboard, certificazioni della R.I.A.A., ed una discografia della carriera discografica solista di Hancock, prima e dopo i suoi anni alla Columbia.
Inoltre incluso nel libro ci sono note su Hancock come pianista, compositore e tastierista, scritte da Belden. Mentre Schlueter ha scritto delle note sul noto produttore discografico David Rubinson, che ha prodotto tutti, tranne sei, gli album del cofanetto, ed è anche noto per aver prodotto per Santana, Taj Mahal, le Pointer Sisters e i Chambers Brothers. 
Una nota speciale è dedicata alla defunta sorella di Hancock, Jean, che ha contribuito ai testi di molte delle sue canzoni. Ed un'altra unica presenza del libro è un glossario degli oltre 60 diversi strumenti elettronici suonati da Hancock e gli altri musicisti nel corso delle registrazioni.
(Fonte Legacy)

Nessun commento:

Posta un commento