sabato 16 febbraio 2013

Mauro Ottolini ad AvellinoJazz

Un evento speciale che celebra il ventennale di “AvellinoJazz”: il 17 febbraio, presso il ristorante “Blob” di Avellino, si terrà il concerto di Mauro Ottolini – recentemente insignito del premio “Top Jazz 2012” come miglior jazzista dell’anno, nella formazione speciale del Trio Cagliostro (Mauro Ottolini al trombone, Daniele D’Agaro al clarinetto, Simone Zanchini alla fisarmonica e live electronics).


La spiccata personalità, l’inventiva e la carica improvvisativa degli eclettici protagonisti di questo trio inedito di caratura internazionale, sono capaci di coniugare ricerca sonora ed estro, conoscenza delle tradizioni e utilizzo di strumenti ancestrali – come i legni, gli ottoni e la fisarmonica – con la sperimentazione e la sintesi dei nuovi linguaggi. 
Convogliano in un’avventura musicale melodica e coinvolgente, che ripercorre quasi un secolo di storia del jazz, dentro cui si ritrovano eco della tradizione italiana, del blues e del gipsy, la necessità della melodia e le canzoni di Ellington, Fats Waller, Amalia Rodriguez, Tom Waits e Don Cherry, condite con l’improvvisazione creativa e le suggestioni della musica contemporanea ed elettronica.
Mauro Ottolini vanta collaborazioni con gruppi e orchestre jazz di altissimo livello internazionale: Carla Bley, Maria Schneider, Tony Scott, Steve Swallow, Kenny Weeler, Han Bennink, Gary Valente, Gaslini e l’orchestra “Arena di Verona”, Tullio de Piscopo, Marcello Rosa, Franco D’Andrea, Furio di Castri, Giancarlo Schiaffini, Aldo Romano, Grace Jones (live Pavarotti and friends), Negramaro, Lucio Dalla, Amy Stewart, Antonella Ruggiero, Luciano Pavarotti e altri. 
Ottolini è ideatore e leader di molti progetti musicali e vanta ormai 12 cd a suo nome prodotti e distribuiti da importanti etichette e un infinito numero di collaborazioni discografiche con artisti italiani e stranieri. 
Nel 2009 esce il suo nuovo disco"Sousaphonix" per la prestigiosa etichetta Cam Jazz, segue “The Sky Above Braddock” ed infine l'anno scorso “I Separatisti Bassi” per Artesuono.
(Fonte Irpinia Oggi)

Nessun commento:

Posta un commento