giovedì 21 febbraio 2013

Giovanni Guidi Trio - City of Broken Dreams

City of Broken Dreams” è l’esordio per ECM nelle vesti di leader di Giovanni Guidi, pianista italiano dal prodigioso talento. 


Guidi è già apparso in due dischi dell'etichetta a nome di Enrico Rava – “Tribe” con il Rava Quintet e il live “On The Dance Floor” insieme al Parco della Musica Jazz Lab. Ora è la volta di questo trio internazionale con il contrabbassista statunitense Thomas Morgan e il batterista portoghese João Lobo e di una musica che colpisce per la sua originalità e per la sua luminosa e intensa emotività. 
A dare il tono al lavoro sono una serie di fluide e poetiche ballate che hanno il merito aggiuntivo di lasciare spazio ai due co-protagonisti: il bassista Thomas Morgan ha qui la stessa libertà di movimento su cui poteva contare Scott LaFaro nelle formazioni in trio di Bill Evans, o Gary Peacock nel gruppo di Paul Bley - in altre parole sia lui sia João Lobo vengono sovente chiamati a interagire con il leader all’interno di brani, tutti scritti da Guidi, che vanno a esplorare spazi sonori inattesi.
In queste suggestive composizioni, le melodie paiono talora muoversi in modo rapido e poco convenzionale, mentre i ritmi possono venire tirati allo spasimo o resi atipici creando così una ben percepibile tensione (“No Other Possibility”). 
In “The Way Some People Live” Guidi tesse invece un tappeto di gentili arpeggi su cui Morgan si muove delicatamente e senza apparente sforzo. João Lobo, un acuto commentatore, punteggia “The Impossible Divorce” di sconsolati colpi sui tom-tom e tocca appena i piatti durante il dolente climax di “Late Blue”. Mentre le impressioni si accavallano, “City of Broken Dreams” comincia a proporsi come un’antologia di racconti, una sequenza di istantanee da un luogo triste, dove però l’ascoltatore sente il desiderio di ritornare. 
Nato a Foligno nel 1985, Giovanni Guidi cominciò a studiare pianoforte all’età di 12 anni e ricevette incoraggiamento e consigli proprio da Enrico Rava durante i corsi estivi da questi tenuti a Siena. Rava ha espresso senza mezzi termini la sua ammirazione per il pianista: “Lo conosco da quando era bambino e ho osservato la sua irresistibile passione crescere giorno dopo giorno. Ho seguito quasi ininterrottamente la sua evoluzione musicale, ho visto la sua illimitata curiosità e il costante raffinamento del suo gusto pianistico. Oggi Giovanni va considerato uno dei pianisti più interessanti e originali della scena italiana. Conoscendolo come lo conosco, e avendo avuto la fortuna di suonare regolarmente insieme a lui, sono certo che questo sia solo l’inizio di una carriera straordinaria.”
Oltre a questo trio e alla collaborazione tuttora in corso con Rava, Guidi si sta dedicando anche ad altri progetti, fra cui un quintetto con Gianluca Petrella, Michael Blake, Thomas Morgan e Gerald Cleaver, e la formazione di 10 elementi Unknown Rebel Band nella quale uno dei due batteristi è proprio João Lobo. 
In Italia Guidi è salito per la prima volta alla ribalta nazionale nel 2007 quando è stato votato Miglior Nuovo Talento dalla giuria dei critici della rivista Musica Jazz. Ha inciso il primo album a proprio nome per l’etichetta giapponese Venus e quindi pubblicato altri lavori per Cam Jazz.
L’intelligenza artistica, la scelta delle note, il coraggio nell’improvvisazione e una dedizione totale alla musica hanno fatto sì che, in tempi molto brevi, Thomas Morgan sia diventato il bassista forse più richiesto nell’ambito del nuovo jazz. È apparso in dischi della ECM con John Abercrombie (“Wait Till You See Her”) e Masabumi Kikuchi (“Sunrise”), fa parte del New York Quartet di Tomasz Stanko (v. l’imminente album “Wislawa”) e presto lo ascolteremo in una nuova incisione del Craig Taborn Trio.
Con “City of Broken Dreams” João Lobo fa la sua prima apparizione in un album della ECM. Il batterista ha iniziato i propri studi musicali presso l’Hot Club de Portugal Jazz School di Lisbona, nel 2001 si è trasferito in Olanda dove si è iscritto al Conservatorio Reale dell’Aia. L’anno successivo, proprio come Giovanni Guidi, ha incontrato Enrico Rava a Siena ed è subito entrato in sintonia artistica con il giovane pianista italiano. Lobo ha suonato con Roswell Rudd, Gianluca Petrella, Julian Arguelles, Nelson Veras, John Hebert, Michael Attias e altri ancora. 
City of Broken Dreams” è stato registrato nell’Auditorium della Radiotelevisione Svizzera, a Lugano, nel dicembre 2011 e prodotto da Manfred Eicher.

Ecco le date della tourneè del trio:
09 marzo 2013 - Unterfhart - Monaco di Baviera
10 marzo 2013 - A-Trane - Berlino
11 marzo 2013 - Studio 2 RSI - Lugano
12 marzo 2013 - Cantina Bentivoglio - Bologna
13 marzo 2013 - Liceo Musicale "A.Masini" - Forlì
14 marzo 2013 - Serendipity - Foligno
15 marzo 2013 - Folkclub - Torino
16 marzo 2013 - Teatro Persio Flacco - Volterra
17 marzo 2013 - Casa del Jazz - Roma

Nessun commento:

Posta un commento