lunedì 14 gennaio 2013

Morgan James celebra Nina Simone con il suo album di debutto

La bella cantante ed autrice Morgan James ha appena pubblicato il suo album di debutto dal titolo Morgan James Live (Epic Records). Registrato al Dizzy Club Coca-Cola, l'album presenta emozionanti interpretazioni di standard del repertorio di Nina Simone.


La James ha studiato l'opera alla Juilliard, e benchè il rigoroso insegnamento del conservatorio l'ha aiutata a raffinare la sua voce ed a costruire la sua notevole gamma, successivamente ha abbandonato l'opera per perseguire il teatro musicale. 
Grazie alla sua incrollabile dedizione ed all'ingegno, ben presto si è fatta strada sul palco di alcuni dei più leggendari club newyorkesi ed in ruoli importanti in produzioni di Broadway come Godspell e Wonderland.
Morgan James Live presenta l'emergente vocalist di Broadway, presentare un tributo alla leggendaria Nina Simone nell'anniversario del decennale della morta avvenuta nel 1993.
Registrato nel mese di luglio del 2012, il concerto vide la James sostenuta da un gruppo di alto livello composto da alcuni dei più importanti musicisti di base a New York, tra cui il batterista Clarence Penn, il chitarrista Doug Wamble, il pianista David Cook, il sassofonista Don Braden, ed altri.
La James utilizza la sua esperienza di Broadway per trasformare i suoi chops croccanti ma ancora pieni di soul, nel sensuale jazz della Simone.
Nell'album sono inclusi brani come I Put a Spell on You, Don't Let Me Be Misunderstood, My Baby Just Cares for Me, ed altri ancora.
La James non ha solo ha abbracciato la grezza ed inebriante passione della Simone, ma ha anche incanalato il frizzante eclettismo che ha reso la Sacerdotessa del Soul un'influenza chiave nel coltivare il suo stile di canto. "Per molto tempo non ero sicura di cosa fare con questa voce gigantesca che non corrisponde del tutto al mio aspetto, così ho finito per provare un sacco di cose diverse prima di trovare la mia strada" ha detto la James. 
"Nina rifiutò di essere incasellata in un genere, e non voleva impressionare nessuno", ha detto. "Questo genere di purezza e il non volere mettersi in mostra significa molto per me come musicista."

Nessun commento:

Posta un commento