martedì 22 gennaio 2013

First Listen: Rudresh Mahanthappa - Gamak

Il sito della NPR mette a disposizione lo streaming integrale di Gamak, il nuovo album di Rudresh Mahanthappa. L'alto sassofonista guida un quartetto composto da David Fiuczynski alla chitarra elettrica, François Moutin al contrabasso e Dan Weiss alla batteria. 


Ecco una bella recensione dell'album tratta dal blog Mondo Jazz:
La seconda recensione dell'anno nuovo mi vede compiaciuto commentatore di un album che molto mi è piaciuto e che credo molto farà parlare i critici musicali dei magazine a tema jazzistico.
L'esperienza musicale di Mahnathappa si è svolta all'insegna dell'ibridazione tra la musica delle sue radici famigliari, i raga e la musica dell'India del sud, e la componente jazzistica. 
Gamak è il tredicesimo album come leader o co-leader e per me è sicuramente il più maturo e sostanziale.
Undici composizioni tutte scaturite dalla penna del leader, una (Balancing Act) ripescata dall'album Black Water del 2002, le altre scritte per l'occasione e per il nuovo quartetto che vede la strepitosa presenza della chitarra di Fiuczynski al posto del pianoforte di Vijay Iyer. 
Un sodalizio maturato all'interno del gruppo di Jack De Johnette del quale entrambi fanno parte e che valorizza sia l'imprevedibilità del suono di "Fuze", un musicista dallo stile unico, che l'intesa notevole con il leader.
La chitarra si rivela infatti lo strumento perfetto per valorizzare il suono lucente e decisamente ornettiano di Mahanthappa, per sospingerlo, stuzzicarlo, incalzarlo e per gestire gli spazi solistici con gusto e maestria. 
Moutin e Weiss confermano il riuscito connubio tra loro e con il leader e non si limitano alla pura scansione dei tempi ma suggeriscono e tallonano i due solisti.
La musica spazia in modo misurato e convincente tra diverse influenze: si va dal possente tema di ispirazione rock Waiting is Forbidden che apre l'album, all'energia corrosiva di Majesty of the Blues che invece lo chiude. 
Nel mezzo formidabili progressioni, splendide ballads, temi e profumi di inquieta innaginazione che richiamano la musica classica indiana ed un controllo pregevole di tempi e situazioni.
Gamak è vivace, fresco, musicalmente intenso e timbricamente colorato.

Nessun commento:

Posta un commento