mercoledì 19 dicembre 2012

Sylvie Courvoisier/Mark Feldman Quartet Live al Bimhuis (audio)

Il 12 maggio del 2011, il Bimhuis di Amsterdam ospitò il concerto della formazione della pianista Sylvie Courvoisier e del violinista Mark Feldman, che per l'occasione erano accompagnati dal bassista Thomas Morgan e dal batterista Gerry Hemingway.


Due autentici virtuosi impegnati a indicare nuove direzioni per la più classica coppia di strumenti, violino e pianoforte, e a disegnare i tratti di una possibile musica da camera del futuro.  Lirismo, immaginazione, intensa energia: sono le frecce nell'arco di Mark Feldman e nei tasti di Sylvie Courvoisier.
Nato a Chicago, Mark Feldman si è trasferito nel 1986 a New York, dove ha lavorato in studio di registrazione con Cheryl Crow, i Manhattan Transfer, Diana Ross, Carol King e The Might BE Giants. Violinista e compositore, ha vinto il primo premio dei critici della rivista "Down Beat" come talento emergente nel 1994, 1995 e 1999.
Solista in vari gruppi europei - come la Basel Sinfonietta e la Big Band di George Gruntz (Svizzera), la WDR Radio Orchestra e la WDR Big Band (Germania), la UMO Big Band (Finlandia) — e nella Sweet Basil Monday Nite Big Band a New York, ha suonato con jazzisti del calibro di John Zorn, Billy Hart, John Abercrombie, Joe Lovano, Dave Douglas, Bill Frisell, Uri Caine, Elline Elias, Tom Harrell, Ray Anderson, Don Byron, Trilok Gurtu, Anthony Davis e Pharoah Sanders.
Il suo nome compare in più di cento dischi, compresi i suoi Music for Violin Alone e Music for Violin and Piano (in duo proprio con Sylvie Courvoisier), e The String Quartets di John Zorn.
A Nashville, dove ha vissuto tra il 1980 e l’86, ha inoltre partecipato alle registrazioni di qualcosa come duecento album – tra cui quelli di artisti come Johnny Cash, George Jones, Willie Nelson, Tammy Wynette e Jerry Lee Lewis – ed ha suonato nei gruppi dei cantanti country-western Loretta Lynn e Ray Price.
Come compositore ha ricevuto commissioni dal Kronos Quartet e dalla WDR Radio Orchestra. Oltre al duo con Sylvie Courvoisier, conta collaborazioni con Lee Konitz, The Arcado String Trio, Tim Berne e Bobby Previte.
Nata e cresciuta a Losanna, in Svizzera, Sylvie Courvoisier vive da dieci anni a New York.
Pianista e compositrice, ha suonato e registrato con musicisti come John Zorn, Ikue Mori, Joey Baron, Tim Berne, Tony Oxley, Yusef Lateef, Dave Douglas, Joëlle Léandre, Herb Robertson, Butch Morris, Tom Rainey, Mark Dresser, Ellery Eskelin, Fred Frith e Michel Godard.
Tra i suoi lavori, Concerto for electric guitar and chamber orchestra (1999), con Fred Frith come solista, tre Balbutiements per quartetto vocale e soprano (1995-2000), e Ocre de Barbarie, una performance musicale per metronomi, automatons, organo a manovella, piano, tuba, sax, violino e percussioni, commissionata dal Vidy Theater e dal Donaueschingen Musiktage Festival (1998). Abaton, con Mark Feldman e Erik Friedlander (2004), Malphas, con musiche di John Zorn interpretate in duo con Feldman (2006), Lonelyville, col suo quintetto (2007), e un album per piano solo, Signs and epigrams (sempre dell’anno scorso), sono le sue ultime realizzazioni discografiche.
Oltre a suonare intensamente da una dozzina d’anni alla testa di proprie formazioni nei più importanti festival di musica classica e jazz d’Europa, Stati Uniti e Canada, fa parte del trio Mephista (con Ikue Mori all'elettronica e Susie Ibarra alla batteria), del quintetto di Herb Robertson (con Tim Berne, Tom Rainey e Mark Dresser), del quartetto di Yusef Lateef e del trio di Vincent Courtois.

Clicca qui per ascoltare strepitoso questo concerto on-demand.

Ecco un estratto del concerto al Bimhuis:

Nessun commento:

Posta un commento