martedì 4 dicembre 2012

Prime anticipazioni di Bergamo Jazz 2013

«Bergamo Jazz 2013», seconda edizione del festival a direzione Enrico Rava. Girano le prime indiscrezioni via Internet. Il programma andrà in delibera a presto, il 15 dicembre è fissata la conferenza stampa di presentazione aperta alla città.


Il cartellone è ormai definito, anche se, comprensibilmente, si cerca di mantenere un certo riserbo, almeno sui dettagli. 
Il festival quest'anno dovrebbe andare in scena dal 22 al 24 marzo 2013: tre serate al Donizetti, come sempre, e altri appuntamenti in diversi spazi della città, compresa la Galleria d'arte moderna, dove di solito si esibisce un artista in solo. 
La notizia della partecipazione di Uri Caine, ex direttore artistico di Bergamo Jazz, era già circolata. Non si sapeva però che il pianista americano verrà nell'ultima serata, in duo con il batterista olandese Han Bennink
L'associazione è particolare, ma d'altra parte Caine non è nuovo ad esperienze giocate sul fronte dell'avanguardia. 
Dal canto suo Bennink è uno straordinario virtuoso delle percussioni, un musicista avventuroso che però sa muoversi a tutte le latitudini di stile. 
Sembra che l'attuale direttore artistico abbia fatto di tutto per avere in cartellone il cantante nero-americano Gregory Porter.
C'è un'altra star di grande prestigio che, secondo i calendari di un'importante agenzia europea, sarà al festival «Bergamo Jazz». Si tratta del chitarrista americano John Scofield che si presenta alla testa del suo Organic Trio, con Larry Goldings, al piano e all'organo, e Greg Hutchinson alla batteria. Scofield è considerato dalla critica statunitense uno dei «big three» della chitarra jazz contemporanea.

Nessun commento:

Posta un commento