giovedì 20 dicembre 2012

Omer Avital in diretta questa sera su TSF Jazz

Ancora un'altra strepitosa diretta, questa sera sul sito della magnifica emittente all-jazz francese TSF Jazz che questa sera trasmetterà in diretta dal locale parigino Ducs des Lombards, il concerto di Omer Avital che sarà accompagnato da una sensazionale formazione di all-stars composta da Joel Frahm al sassofono, Avishai Cohen alla tromba, Omer Klein al piano e Daniel Freedman alla batteria.


Omer Avital, è uno strumentista straordinario, che ha saputo incorporare nel proprio stile svariate influenze etniche assorbite durante la sua formazione, coniugandole con delle spiccate doti jazzistiche in una cifra personale caratterizzata da grande vigore e drammaticità, per la quale è stato accostato da un critico come Ben Ratliff del New York Times a storici esponenti del contrabbasso jazz quali Charles Mingus e William Parker.
Residente negli USA dall’inizio degli anni ’90, Avital ha suonato con importanti musicisti tra cui Roy Haynes, Al Foster e Kenny Garrett, oltre a essere stato uno degli animatori della nuova scena jazz sorta in quel periodo intorno allo Smalls, collaborando con future stars quali tra gli altri Mark Turner, Joshua Redman e Brad Mehldau.
C’è tutto un mondo a colori nella musica di Avital, un caleidoscopio di influenze che fa del compositore, arrangiatore e virtuoso del basso una delle realtà più brillanti della scena newyorkese.
Avital, attraverso l’improvvisazione jazzistica, ha saputo riassumere nella sua musica le molteplici influenze presenti nell’incredibile melting pot israeliano: dalle sue radici nordafricane e yemenite sino al sofisticato cosmopolitismo del mondo yiddish trapiantato a New York, la musica di questo eccezionale contrabbassista riflette il dinamismo culturale di aree del mondo in cui l’arte sa donare speranza ai molti drammi della vita quotidiana.
Il suo jazz è pregno di umori e tradizioni provenienti dagli angoli più diversi del mondo, dal jazz classico alle indiscutibili influenze klezmer, passando talvolta – e senza troppi complimenti – per il Latin, con una disinvoltura onnivora che ricorda il Willem Breuker Kollektief.
Nel concerto di questa sera la formazione presenterà pezzi tratti dal suo bellissimo ultimo album Suite of the East, il risultato di una residenza di un mese di questa spettacolare formazione nel locale newyorkese Smalls nel 2006, seguita da una bollente sessione nella primavera di quello stesso anno.
In quel periodo Avital aveva composto una collezione di composizioni originali che furono scritte alla fine del suo soggiorno di tre anni in Israele, e completate a New York. Sette di queste composizioni furono poi registrate e sicuramente costituiscono il punto di forza di quest'album, confermando la grandezza di Avital come compositore, capace di trovare una perfetta fusione tra jazz e musica popolare.
In quest'album la sua scrittura si concentra maggiormente sulle sonorità medio-orientali, ma anche nordafricane, balcaniche, spagnole e mediterranee in genere; con un occhio particolare alla melodia, ma senza rinunciare alla propria vena improvvisativa ed a quella dei superbi musicisti che lo accompagnano; il risultato di questo ibrido è un album assolutamente godibile, emozionante, trionfale e ricco di calore, senza dubbio uno dei più belli pubblicati quest'anno.

Clicca qui per ascoltare questo fantastico concerto, questa sera in diretta a partire dalle ore 20.

Nessun commento:

Posta un commento