venerdì 30 novembre 2012

Tiziana Ghiglioni racconta LuisElla

Venerdì 16 dicembre: ad animare il palco del Pequod di Ostia Lido un nome d’eccezione del jazz italiano e non solo, Tiziana Ghiglioni che concluderà una due giorni di workshop romani con un concerto dal significativo titolo di LuisElla, al suo fianco la Feijoa Band con Piero Fortezza alla batteria, Jacopo Fiastri, piano elettrico, Stefano Colasanti basso elettrico, Ferdy Coppola sax e voce.


Nota in Italia come la sola e unica "Lady Jazz", presenterà questo affascinante progetto che altro non è se non una rivisitazione dei brani resi celebri dalla più gande coppia musicale della storia del Jazz, inclusi alcuni pezzi tratti da Porgy and Bess di Gershwin.
In linea con la sua continua attività di docente, si esibiranno anche i suoi allievi dei Seminari di Jazz svoltisi a Roma a fine 2012.
Nata a Savona il 25 ottobre del 1956, Tiziana Ghiglioni inizia la sua formazione musicale negli anni settanta frequentando i seminari del pianista e compositore Giorgio Gaslini e studiando tecnica vocale con il soprano Gabriella Ravazzi. 
Fra le prime esperienze professionali c'è la tournée teatrale con lo spettacolo Shakespeare/Ellington con lo stesso Giorgio Gaslini e Giorgio Albertazzi.
All'inizio degli anni ottanta inizia la sua carriera di cantante jazz e band leader ottenendo immediatamente l'attenzione di pubblico e critica grazie anche alle recensioni del giornalista e storico del jazz Arrigo Polillo che commenta molto positivamente sia le sue prime esibizioni pubbliche sia il suo primo disco,("Lonely Woman" del 1981), inciso con alcuni giovani emergenti fra i quali Piero Leveratto e Luigi Bonafede.
L'accoglienza del primo disco è tale che già nella seconda incisione ("Sounds of Love" del 1983) la cantante viene affiancata da musicisti di fama internazionale come Kenny Drew al pianoforte e Niels-Henning Ørsted Pedersen al contrabbasso. 
Negli anni successivi Ghiglioni afferma il suo ruolo di spicco nel panorama del jazz italiano collaborando con alcuni dei più noti jazzisti nazionali (fra i quali Luca Flores, Enrico Pieranunzi, Paolo Fresu, Franco D'Andrea, Gianluigi Trovesi e Enrico Rava) e internazionali (tra cui Chet Baker, Steve Lacy, Mal Waldron, Paul Bley e Lee Konitz). 
Fra le sperimentazioni più recenti si può citare il disco "Rotella Variations", firmato assieme al violinista Emanuele Parrini: un ambizioso tentativo di trasportare in musica le suggestioni dell'artista contemporaneo Mimmo Rotella.
Attualmente risiede tra la Liguria e Milano.
È titolare della cattedra di canto jazz presso il conservatorio di Milano.

Nessun commento:

Posta un commento