sabato 17 novembre 2012

Dayna Stephens Quartet: Live At Berklee (audio)

Il magnifico sassofonista Dayna Stephens è stato ospite lo scorso 15 novembre del Berklee College of Music, dove ha tenuto uno splendido concerto accompagnato dal suo quartetto che presentava Julian Lage alla chitarra, Kiyoshi Kitagawa al basso e Jaimeo Brown alla batteria.


Dayna Stephens è una delle stelle più luminose tra i giovani sassofonisti in circolazione, grazie ad un sound caldo ma vigoroso, a cui si aggiunge alla eccellente capacità improvvisativa ed ad una spiccata abilità compositiva che lo rendono un artista estremamente completo.
Stephens oltre ad essere un eccellente leader, in grado di pubblicare due sensazionali album (The Timeless Now del 2007 e il recentissimo Today is Tomorrow) è particolarmente noto per essere uno dei più ricercati sideman, avendo collaborato con alcuni tra i più grandi artisti in circolazione come Kenny Barron, Taylor Eigsti, Terrance Blanchard, Geoffrey Keezer, Albert “Tootie” Heath, Roy Hargrove, Stephon Harris, Tom Harrell, Reuben Rogers, Gregory Hutchinson, Gretchen Parlato, Josh Roseman, Ray Drummond ecc... 
Ma Dayna Stephens da anni lotta con una rara malattia (Focal Segmental Glomerulosclerosis, conosciuta come FSGS), che riduce la capacità dei reni di filtrare i fluidi corporei. La malattia gli fu diagnosticata quando aveva 19 anni, i farmaci e la dieta hanno tenuto a bada la malattia per circa un decennio, fino al 2009, quando i medici gli prescrissero la dialisi ed inserirono il suo nome nella lista di attesa per il trapianto di un nuovo rene.
Più volte alla settimana, Dayna Stephens guida il suo furgone dal suo appartamento di New Jersey a New York, lottando con il traffico sul ponte George Washington per affrontare la dialisi senza la quale morirebbe in appena due settimane.
Per conoscere meglio questo giovane sassofonista vi invito a leggere questo mio post.
Da segnalare anche la partecipazione dell'eccellente Julian Lage. Salutato dalla rivista All About Jazz come "un gigante in divenire", il 23enne chitarrista è cresciuto in California ed è stato il soggetto di un documentario candidato all'Oscar intitolato Jules at Eight. Ha ottenuto un precoce riconoscimento come pupillo di Gary Burton, registrando e suonando in concerto in due progetti del vibrafonista: Generations (2004) e Next Generation (2005).
Altre apparizioni di alto profilo sono state quelle come sideman in due progetti dell'amico e stretto collaboratore, il pianista Taylor Eigsti in Lucky To Be Me e Let It Come To You. Nel 2010 si è nuovamente riunito con Gary Burton per una serie di concerti, e la sua presenza può anche essere ascoltata nell'ultimo album del New Gary Burton Quartet intitolato Common Ground con Scott Colley e Antonio Sanchez.

Ecco in streaming e on-demand questo bellissimo concerto, offerto dalla Npr:

Nessun commento:

Posta un commento