giovedì 15 novembre 2012

Christian Scott in diretta questa sera su TSF Jazz

Questa sera il sito dell'emittente TSF Jazz trasmetterà in diretta dal locale parigino Duc des Lombards, il webcast del concerto del trombettista Christian Scott, accompagnato da Braxton Cook al sassfono, Matthew Stevens alla chitarra, Lawrence Fields al piano, Curtis Luques al basso e Corey Fonville all batteria. 


Nato a New Orleans nel 1983, Christian Scott ricevette la sua prima tromba a 12 anni come un dono da parte di sua madre e sua nonna.
Dato che lo zio di Scott era l'ottimo sassofonista Donald Harrison, non fu una sorpresa che Scott divenne ben presto molto abile alla tromba, così bene, infatti, che lo stesso Harrison cominciò a farlo suonare nei suoi concerti.
Seguendo le orme dello zio, Scott si iscrisse al prestigioso New Orleans Center for the Creative Arts e poi presso la Berklee School of Music di Boston, dove ricevette una borsa di studio.
In quel periodo fu selezionato per far parte del Berklee Monterey Quartet nel 2004, scelto da quattro dei migliori musicisti della scuola, e suonò al Monterey Jazz Festival.
Anche se Scott era già apparso sull'album dello zio del 2002, Real Life Stories, fece il suo debutto da solista all'età di 22 anni con Rewind That del 2006 per la Concord Jazz.
L'album combinava motivi rock e R & B con il jazz moderno, presentando proprio Harrison come ospite, e fu nominato per un Grammy in quello stesso anno.
Scott ritornò nel 2007 con Anthem, una risposta appassionata alle sofferenze dei suoi compagni di New Orleans dopo l'uragano Katrina.
Nel 2010, Scott pubblicò il suo terzo album in studio Yesterday You Said Tomorrow.
La sua ambizione musicale si è manifestata in maniera espansivo nel 2012 con l'uscita del suo quinto album, il doppio Christian a Tunde Adjuah, un ispirato e provocatorio doppio album che raccoglie 23 pezzi.
Con la tromba dell'artista al centro della scena sulla maggior parte dei pezzi, l'album contiene ballate riflessive, paesaggi sonori leggeri e sognanti, chitarre affilate con inflessioni rock, trombe estatiche, così come squilli di trombe e lamenti angosciosi.
Christian aTunde Adjuah è probabilmente ad oggi il progetto più personale del giovane artista, che si riflette nel titolo dell'album (nuovo nome dell'artista) e nella copertina dell'album, che presenta una foto di Scott in abiti tradizionali della sua cultura Black Indians di New Orleans.

Clicca qui per ascoltare il concerto, questa sera in diretta a partire dalle ore 20.

Nessun commento:

Posta un commento