mercoledì 24 ottobre 2012

TrentinoInJazz 2012

Grandi novità per TrentinoInJazz 2012 che, dopo il fitto calendario che ha caratterizzato l'estate appena trascorsa, avvia la fase autunnale inglobando l'autorevole rassegna «Sonata Islands - Jazz & Notation», giunta quest'anno alla decima edizione. 


Appuntamento «colto» tra i più apprezzati e seguiti degli ultimi anni, Sonata Islands per il suo decennale entra nel circuito dell'Associazione TrentinoJazz confermando l'apertura a iniziative non convenzionali e all'incontro tra le arti, puntando al dialogo tra rock, jazz, musica contemporanea, elettronica e percorsi sperimentali.
Diverse sedi che ospitaranno gli appuntamenti programmati nella città di Trento (Museo delle Scienze, Castello del Buonconsiglio, Studentato San Bartolameo, Centro Polifunzionale Universitario, Cinema Astra) e numerosi i musicisti coinvolti e gli ospiti di levatura internazionale.
Sono state attivate, inoltre, collaborazioni con realtà esterne (Il Festival di Musica Contemporanea di Bolzano, l’Opera Universitaria, l’associazione Harlock di Bolzano) e avviati connubi imprevedibili anche con il rock ed il cinema.
Come ha spiegato il direttore artistico, Emilio Galante, presidente dell’Associazione Trentino Jazz, «la parte autunnale di TrentinoInJazz 2012 persegue gli stessi obiettivi che, nelle scorse edizioni, hanno contraddistinto la programmazione di Sonata Islands: produzione di nuovi progetti fra ricerca e sperimentazione dei linguaggi ad opera di un ensemble residente che li inventa, li elabora e li propone fuori dall’ambito provinciale, aspirando a farli diventare repertorio, anche attraverso produzioni discografiche».
Lo spirito di Sonata Islands è proprio questo: un incontro tra diversi generi, anzi un superamento delle correnti tanto care alle esigenze di catalogo e industria, per favorire una fusione tra le arti.
Per raggiungere tale obiettivo il festival si serve di un nucleo centrale dal quale si irradiano progetti di diversa natura: l'ensemble residente «Sonata Islands» coordinato da Emilio Galante (flautista di estrazione colta e di temperamento eclettico), che si modula in varie forme a seconda degli spettacoli e degli ospiti.
Se la fase estiva del TrentinoInJazz 2012 ha avuto al centro la chitarra e le sue numerose declinazioni, la sezione autunnale ha invece come elemento chiave i fiati, ma con una notevole dose di anomalia ed eccentricità.
Sono due nomi di fama mondiale per il flauto: il newyorkese Robert Dick (14 novembre) e l'afroamericana Nicole Mitchell (19 dicembre), ai quali si aggiunge uno dei principali jazzisti italiani, il clarinettista Gabriele Mirabassi (9 e 20 novembre), special guest dei «Sonata Islands» nell'ambizioso progetto Busoni Remixed.
Due gli eventi dedicati alle connessioni con il mondo del rock e del jazz: l'ensemble di «Rock da camera» Yugen (23 ottobre), protagonista internazionale del movimento Rock In Opposition, e la rivisitazione di Magma e John Coltrane da parte dei Sonata Islands con ZeuhlJazz (23 novembre 2012 e 13 aprile 2013).
Destabilizzante il collegamento con dj-set e live electronics: è il progetto elettroacustico THEMA (6 dicembre) di Marco Monfardini e Stefano Raffaelli.
Le affinità con la parte estiva del TrentinoInJazz 2012 emergeranno nella replica di Canti della montagna Jazz remix (29 novembre) del TrentinoJazz Ensemble.
Il gruppo misto TST (TrentinoSudTirol) Jazz Ensemble musicherà inoltre tre corti ispirati all'alpinismo (4 dicembre).
Il rapporto tra musica e cinema muto costituisce un'altra interessante iniziativa con quattro matinée al Cinema Astra che vedranno varie «incarnazioni» dei Sonata Islands alle prese con «rimusicazioni» di film muti.
Per festeggiare il decennale di Sonata Islands tutti i concerti saranno ad entrata gratuita, eccettuate le mattine al Cinema Astra, gestite direttamente dalla biglietteria del Cinema.

Nessun commento:

Posta un commento