lunedì 22 ottobre 2012

Padova Jazz Festival 2012

Padova Jazz Festival giunge alla quindicesima edizione. Oramai una tradizione per la città che accoglie i grandi autori del jazz, sia italiani che internazionali, tra i più amati dal pubblico. Padova diventa luogo della musica: gli eventi si articoleranno non solo negli spazi teatrali ma anche nei locali della città, proponendo oltre agli eventi musicali anche progetti collaterali al jazz. 


Si parte l'11 novembre 2012 con l'Anteprima Festival (Caffè Pedrocchi ore 21.00) e gli artisti Enzo Pietropaoli e Julian Mazzariello Duo, per proseguire nei giorni successivi con un programma intenso. 
Infine, non solo musica, ma anche letteratura e fotografia (workshop, mostra fotografica e presentazione di libri).
Il festival vero e proprio è in programma dal 12 al 17 novembre, ed è organizzato dall’Associazione Miles di Gabriella Piccolo Casiraghi e realizzato con il contributo dell’Assessorato alla Cultura del Comune di Padova e Fondazione Antonveneta con la collaborazione di Veneto Jazz.
Il fulcro è, come sempre, sugli eventi del Teatro Verdi che ospita i progetti più altisonanti, giovedì 15 uno straordinario David Murray, sassofonista che meglio rappresenta l’avanguardia americana con una introduzione del giovane pianista Giovanni Guidi
Venerdi 16 si passa alla tromba con Terence Blanchard, figura fondamentale del cosiddetto "rinascimento del jazz" degli anni Ottanta con una introduzione del pianista toscano Riccardo Arrighini
Sabato 17 è dedicato a uno dei jazzisti italiani più amati dal pubblico e apprezzati a livello internazionale, Enrico Rava, impegnato in uno speciale tributo a Michael Jackson, re del pop con una introduzione del talentuoso Claudio Filippini.
Ci saranno anche due concerti all’Auditorium San Gaetano, con due eccellenze della musica internazionale: martedì 13 con Gretchen Parlato, cantante jazz vera rivelazione degli ultimi anni e mercoledì 14 con Shai Maestro giovane pianista israeliano.
La città si anima con la partecipazione di numerosi locali del centro e della periferia, che per tutta la durata del festival avranno una programmazione dedicata e articolata con appuntamenti all’ora dell’aperitivo e in seconda serata fino a tarda notte.
L’Hotel Plaza si conferma il jazz club del festiva con in programma maestri come Claudio Fasoli e Gianni Cazzola ed emergenti come Giovanni Guidi e Dino Rubino, nonché prestigiosi musicisti padovani come Marcello Tonolo e Marco Strano con progetti originali.
Infine, non solo musica, ma anche letteratura e fotografia, con la presentazione del libro “Claudio Fasoli – Note interiori” di Francesco Martinelli (12 novembre), un workshop di fotografia Jazz diretto da Lorenzo Scaldaferro, una mostra fotografica di “Giorgio Cattani” all’hotel Plaza in collaborazione con il Torrione Jazz club di Ferrara; ed infine, presso le Scuderie di Palazzo Moroni una mostra fotografica “Attimi di Jazz” di Michele Giotto, fotografo ufficiale del festival (22 dicembre – 13 gennaio).
Un equilibrio di novità e tradizione definisce quindi questo cartellone, fondato ancora sulle emozioni e la certezza di fare le cose con il cuore, oltre la quotidianità. Per fortuna che c’è la musica. (Gabriella Piccolo Casiraghi, Presidente Associazione Culturale Miles, organizzatrice del Padova Jazz Festival).

Nessun commento:

Posta un commento