mercoledì 24 ottobre 2012

Due date italiane per il Rudresh Mahanthappa Quartet

Il quartetto del sassofonista Rudresh Mahanthappa sarà in Italia per due attesissimi concerti di uno degli artisti più in vista del jazz contemporaneo. Mahanthappa, accompagnato dal suo quartetto "Samdhi" con David Gilmore alla chitarra, Rich Brown al basso e Gene Lake alla batteria, sarà in concerto questa sera al Panic Jazz Club di Marostica e domani alla Casa del Jazz di Roma.


Rudresh Mahanthappa ha suonato in Italia nel quartetto del pianista Vijay Iyer e nei concerti il sassofonista  fece notare le sue grandi potenzialità artistiche.
Col tempo Mahanthappa ha mantenuto le promesse intraviste in quel tour: si è trasformato in uno dei più accreditati musicisti jazz come certifica la messe di premi che ha raccolto negli ultimi due anni. 
Vincitore nel 2011 del Downbeat International Critics Poll come sassofonista contralto dell'anno, Rudresh Mahanthappa è uno dei compositori e interpreti più innovativi del jazz contemporaneo. Mahanthappa fonde la cultura musicale dei suoi antenati indiani con jazz e con una miriade di altre influenze per creare un suo personalissimo linguaggio artistico. 
Mahanthappa è leader di diversi gruppi tra cui il suo pluripremiato quartetto, l'Indo-Pak Coalition con Rez Abassi (chitarra) e Dan Weiss (tabla) e il progetto acclamato dalla critica, Kinsmen, con il leggendario sassofonista Kadri Golpalnath. 
Per il suo debutto sull'etichetta ACT Music & Vision, intitolato "Samdhi", Mahanthappa guida un quintetto elettro-acustico con David Gilmore alla chitarra, Rich Brown al basso, Damion Reid alla batteria e "Anand" Anantha Krishnan alle percussioni. 
"Samdhi" è il risultato della combinazione di complessi elementi melodici e ritmici provenienti dalla tradizione indiana e dal jazz all'interno di un gruppo che fonde sonorità acustiche ed elettroniche. 
Una sintesi ardita che solo un talento puro come Mahanthappa può raggiungere.

Nessun commento:

Posta un commento