venerdì 19 ottobre 2012

Django Reinhardt, vita e musica di una leggenda zingara

Martedì 23 ottobre ore 19:00, Francesco Martinelli presenta Django di Michael Dregni (edt/Siena Jazz), presso la Libreria Altroquando, via del Governo Vecchio 80 a Roma.   


Il ritratto definitivo di Django, il maestro del jazz manouche, tratteggiato da Michael Dregni ed abilmente adattato da Francesco Martinelli per la collana nata dalla collaborazione tra EDT e Siena Jazz, sarà presentato martedì 23 ottobre 2012, ore 19:00, presso la Libreria Altroquando, in via del Governo Vecchio 80 Roma.  
Nello stile multimediale di Martinelli, la figura di Django Reinhardt verrà delineata anche attraverso le immagini della sua carriera, diversi filmati che lo ritraggono in azione, e ascolti di brani particolarmente significativi per il rapporto del musicista con la cultura zingara, con la musica dei bal di Parigi, con i grandi del jazz afroamericano, con la musica europea del Novecento, e con l'evoluzione tecnologica della chitarra.
I filmati, presentati in una versione digitalmente restaurata, coprono un ampio arco della carriera del chitarrista zingaro, dal 1932 al 1953, anno della scomparsa.
Django non è solo il creatore di una corrente jazzistica di grande interesse come il popolare “gypsy jazz” ma un compositore, arrangiatore e improvvisatore di prima grandezza, capace di integrare il folklore europeo, la musica jazz e quella classica europea in una forma unica ed omogenea di espressione musicale che ne fa il fondatore del jazz europeo e la sua figura guida.
L’intera, avventurosa vita di Django è ora racchiusa in un monumentale saggio di Michael Dregni, pubblicata da Siena Jazz/Edt nella fluida traduzione di Francesco Martinelli. Un lavoro esemplare, che nella scia di maestri come Robert Guralnick, riesce nell’ardua impresa di tradurre una ricerca scientificamente impeccabile in un avvincente romanzo.” (Paolo Russo, La Repubblica)
A seguire, live dei Gadjo Swing Trio. Il feeling, la passione, il divertimento e la tecnica sono i punti di forza dei Gadjo Swing, che, fedeli al più puro esprit manouche, amano confrontarsi con quanti più musicisti possibile e condividere con loro, e con il pubblico, la straordinaria forza, la vitalita e la poesia delle note di Django Reinhardt.

Nessun commento:

Posta un commento