venerdì 21 settembre 2012

Joel Holmes a Lucca

Appuntamento con il grande jazz di Joel Holmes per il concerto di apertura dell’attività del Circolo del Jazz. Sabato 22 settembre 2012  alle ore 21,15 presso l’auditorium del Suffragio in collaborazione con l’Istituto Musicale “Boccherini” concerto del pianista Joel Holmes; un giovane talento ma già uno dei protagonisti della nuova onda del jazz afro americano. 


Il pianista americano Joel Holmes eccezionalmente a Lucca nel suo tour italiano sarà accompagnato dal Klaus Lessmann solido sassofonista, molto noto al vasto pubblico del jazz, dal giovane ma brillante Gabriele Evangelista al contrabbasso e da Walter Paoli fra i migliori batteristi del panorama jazz e toscano nazionale.  
Stile fluente e classico, che si può definire anche neo tradizionalista, di certo uno stile abbagliante, che passa dal Jazz tradizionale, al contemporaneo, dal gospel, al R&B, soul, hip hop, funk, classico e pop. 
Joel Holmes ha iniziato a suonare il piano all’età di 4 anni. Ha studiato prima alla School for the Performing Arts di Baltimora e poi si è laureato in Jazz Performance alla John Hopkins University. 
Ha vinto diversi premi come pianista e compositore negli Stati Uniti. 
Dal 2009 è membro del quintetto di Roy Hargrove con il quale ha partecipato a molti tour nei più importanti festival e club del mondo. Particolarmente rilevanti anche le collaborazioni con le stelle del canto jazz Roberta Gambarini e Nnenna Freelon con la quale ha registrato un disco che è stato nominato per un Grammy Award (sesta nomination incassata dalla cantante). 
Joel ha all’attivo due dischi a suo nome acclamati dalla critica: “Ethernal Vision” in trio e “African Skies” in quartetto con ospite il sassofonista Gary Thomas. 
Attualmente è considerato uno dei migliori pianisti emergenti al livello mondiale e con i suoi progetti ha eseguito tour in molti paesi nel mondo in importanti festival e club.
Purtroppo oltre il Festival Lucca Jazz Donna e Montecarlo Jazz&Wine - dice una nota del Circolo -, le limitate risorse di cui dispone quest’associazione  culturale volta alla valorizzazione di questo genere di musica,  non permettono di elaborare un programma dettagliato. Tuttavia il Circolo del Jazz non rinuncia, quando può, ad  ospitare significativi artisti per proporre alla città di Lucca progetti originali”.

Nessun commento:

Posta un commento