martedì 4 settembre 2012

European Jazz Expo a Cagliari

In coincidenza con il 31° compleanno di Jazz in Sardegna torna a Cagliari l’European Jazz Expo, l’originale manifestazione, attesissima dagli appassionati di jazz, che arriva quest’anno alla sua ottava edizione. 
Dal 4 al 9 settembre tanti appuntamenti che si articoleranno tra il centro storico di Cagliari e il Parco di Monte Claro: sei giornate caratterizzate da un’offerta culturale sempre più ampia e di spessore negli angoli più suggestivi dei quartieri della Marina, Villanova e San Benedetto, e la splendida oasi del parco urbano più grande dell’isola.


Ed è proprio in quest’oasi che si svolgerà la kermesse conclusiva dell’EJE 2012 dal 7 al 9 settembre forte dello sperimentato successo del suo originale “format”, con 50 concerti in 3 giornate consecutive su 8 palchi diversi (Arena, Piccola Arena, Teatro dei Semi, Teatro della Fontana, Village, Teatro del Lago, Teatro Villa Clara), ai quali faranno da corollario il Villaggio del Gusto, oasi delle degustazioni con le eccellenze dei piatti e dei prodotti di qualità del territorio sardo; l’area “trade”, con gli stand espositivi di aziende del settore musicale, discografico e tecnologico e dell’offerta turistica del territorio; le diverse iniziative che si affiancheranno ai grandi concerti, showcase, convegni, seminari, anteprime, produzioni, workshop ed eventi collaterali capaci di spaziare su altri territori quali il teatro, la danza, la letteratura.
Un programma artistico contrassegnato come di consueto dalla presenza dei grandi maestri del jazz nazionale ed internazionale e da una stimolante vetrina delle più interessanti novità della nuova scena jazzistica. Tutto ciò alla presenza di numerosi specialisti del settore musicale provenienti da tutto il mondo: produttori discografici, giornalisti, direttori di festival, buyers, agenzie di produzione musicale e tutto ciò che orbita nel variegato mondo del jazz. 
Un festival imponente che punta a confermare il suo posizionamento tra le più importanti manifestazioni europee del settore grazie all’apporto dei suoi tradizionali sponsor (la Regione Sarda con gli Assessorati del Turismo e della Pubblica Istruzione, la Provincia di Cagliari, il Comune di Cagliari e la Fondazione Banco di Sardegna) e che da quest’anno potrà contare sul prestigioso patrocinio della Presidenza della Giunta Regionale Sarda e sulla partecipazione di sponsor privati di livello internazionale, come la danese “Greentech” e l’italiana “Terna”.
Il cartellone dell’EJE metterà anche stavolta in primo piano un programma artistico di qualità: oltre a onorare la tradizione del jazz americano, darà spazio soprattutto alle produzioni originali, alle migliori proposte musicali della Sardegna, ai nuovi talenti del jazz sardo, italiano ed europeo, ai fermenti artistici dei paesi nordici, alle sonorità latine, ai ritmi dell’Africa, ma soprattutto alla cultura del Mediterraneo con le migliori produzioni musicali originali nazionali e regionali, alla sperimentazione, alle sonorità della Sardegna e del Sud che si incrociano per mare, tra jazz e world music. 
Qui sotto una veloce carrellata degli artisti in arrivo da tutto il mondo: Billy Cobham, Enrico Rava, Aziz Sahmaoui & University of Gnawa, Boban I Marko Markovic Orkestar, The Sweet Life Society, Sud Sound System, Anthony Joseph e la sua Spasm Band, Alex Britti e Stefano Di Battista, Stanley Jordan, Dado Moroni e Max Ionata, Enzo Pietropaoli, Livio Minafra, Enrico Zanisi, Claudio Filippini e Fulvio Sigurtà, Federico Casagrande, Cristina Zavalloni e Radar Band, David Linx e Diederik Wissels, Mario Brai e Arrogalla, Alberto Sanna & Fry Moneti, Javier Girotto, Rossella Faa, Elva Lutza, Triace, Francesca Corrias, Sebastiano Dessanay, Mogase trio, Simona Bandino, Lucia Fodde, Lov’n Jazz Quartet, l’Orchestra della Scuola Civica di Musica, Bebo Ferra con il gruppo a suo nome e Massimo Ferra con il M’Organ Quartet, minimum fax e Casteddu Jazz Lab con un omaggio al grande Thelonious Monk.

Nessun commento:

Posta un commento