lunedì 27 agosto 2012

Marcio Rangel e Fabrizio Bosso a Pescara

Il chitarrista brasiliano Marcio Rangel e il trombettista torinese Fabrizio Bosso saranno in concerto questa sera a Pescara alle ore 21,30 presso il Parco dei Gesuiti.


Fabrizio Bosso è uno tra i migliori trombettisti italiani, affermatosi nell'attuale scena jazz a livello nazionale ed internazionale. Dotato di grandissima sensibilità e di una tecnica ineccepibile. Fabrizio Bosso si avvale di un linguaggio unico e personale che è il frutto di una grande ricerca stilistica. Passando dalla magia della tradizione all'evocazione del be-bop e l'hard-bop degli anni '60, arriva all'elaborazione di un suono tutto originale, costituito dalle mille sfumature dove le caratteristiche dominanti sono la forza, la freschezza ed il lirismo. Oltre ad aver svolto attività concertistica sotto la direzione di George Russell, Mike Gibbs, Kenny Wheeler, Dave Liebman, Carla Bley e Steve Coleman, è stato ultimamente reclutato da Charlie Haden per alcune tappe del tour promozionale del nuovo album della Liberation Music Orchestra. Nel 1999 viene votato come "Miglior Nuovo Talento" del jazz italiano dal referendum della rivista Musica Jazz. Fortunata anche la collaborazione al fianco di artisti confinanti con l'estetica jazz come Sergio Cammariere. Fabrizio Bosso è stato classificato al 1° posto nella Top Jazz 2010 come strumentista dell'anno di ottoni.
Recentemente ha registrato con la London Symphony Orchestra il cd Enchantment "Omaggio a Nino Rota". 
Straordinario nuovo talento della chitarra brasiliana, Marcio Rangel è uno straordinario chitarrista e compositore. Mancino, come già prima di lui Jimi Hendrix, suona la chitarra “al contrario”, utilizza cioè una normale chitarra da destri, suonandola rovesciata, quindi con le corde basse in basso e le corde alte in alto. Questa caratteristica, unita a un notevole talento, conferisce al suo suono una impronta unica, innovativa e irripetibile. Le sue composizioni originali sono di rara bellezza estetica e lirica, dotate di armonia e ritmi complessi e, allo stesso tempo melodicamente accessibili al primo ascolto. 
Il suo notevole eclettismo porta a un linguaggio chitarristico universale che, partendo dal suo Brasile abbraccia blues, jazz e flamenco.Marcio è stato ospite dei maggiori festival nazionali ed internazionali (Acoustic International Meeting, Sarzana, Madame International Guitar, Sarteano Jazz e Blues Festival,Ullapool International Guitar Festival,(Uk) tra gli altri). E’ sovente ospite di Max De Tomassi della trasmissione radiofonica Brazil su RAIRADIO1, dove è acclamato come uno dei più virtuosi chitarristi brasiliani.
Marcio Rangel, che è nato a Mossoró (Brasile) nel 1974 e ha iniziato a suonare la chitarra all’età di sedici anni, nei suoi concerti spazia tra samba, jazz e blues, associando alla sua superba tecnica, una sensibilità non comune.

Nessun commento:

Posta un commento