lunedì 2 luglio 2012

SoriSummerJazz2012 traguarda la 25° edizione

La rassegna di musica jazz che indubbiamente è uno degli eventi di punta della Città di Sori, è anche una straordinaria opportunità per incrementare l’offerta culturale dell’intero Golfo Paradiso.
L’organizzazione della manifestazione prevede un programma di quattro appuntamenti, ospitati nell’accogliente Teatro del Levante di Sori, dotato di climatizzazione, nei giorni 5,6,7,8 luglio p.v. con inizio  concerti alle ore 22.00.


Apre il festival il 5 luglio 2012 ore 22.00 Philippe Petrucciani Trio, con Philippe Petrucciani alla chitarra, Alessandro Collina al pianoforte e Giovanni Sanguineti al contrabbasso, in Remembering Michel, una performance per ricordare il grande pianista Michel Petrucciani,  scomparso nel 1999.
Pochi, soprattutto chi è lontano dal circuito jazzistico, sanno che Michel ha respirato musica fin da bambino, in una famiglia dove il padre Tony e il fratello Philippe sono chitarristi, mentre il fratello Louis è contrabbassista. Suonavano spesso insieme e Michel chiedeva collaborazione a Philippe, grande arrangiatore.
Philippe Petrucciani inizia lo studio della chitarra con il padre Tony e successivamente comincia a suonare  Jazz  con i suoi due fratelli Louis (contrabbasso) e Michel (pianoforte), sotto la guida del padre e l'ascolto di musicisti come Wes Montgomery, Bill Evans, Tal Farlow, Barney Kessel ecc… 
Petrucciani è dotato di una classe innata sia nell'interplay, trovando in Collina e Sanguineti ottimi partner, sia nella composizione: una serata di festa, un concerto per rendere omaggio al fratello ma anche una dimostrazione come alcuni strumentisti europei possano reggere il confronto con i quotati solisti di oltreoceano.
La sera di venerdì 6 luglio 2012 ore 22.00 vede Dino Piana Quintet con Dino Piana trombone, Fulvio Albano sax tenore, Massimo Faraò pianoforte, Paolo Benedettini contrabbasso, Adam Pache batteria, in Tributo a Gianni Basso: un concerto dedicato a Gianni Basso, il grande sassofonista nato nel 1931 e scomparso nel 2009, artista fondamentale nella storia del jazz conosciuto in tutto il mondo per il suo suono meraviglioso e il grande Swing.
Dino Piana, uno dei più prestigiosi jazzisti italiani, ha già festeggiato i suoi 50 anni di carriera, iniziata nel lontano 1959 quando si presentò al concorso radiofonico “la coppa del Jazz” mettendosi immediatamente in luce come solista. Entra nel quintetto Basso-Valdambrini e nelle orchestre radiofoniche e televisive, continuando l’attività jazzistica. Realizza una lunga serie di concerti ed incisioni con propri complessi e musicisti internazionali, tra i quali Chet Baker, Frank Rosolino, Paco de Lucia, Gorge Coleman e tantissimi altri. Il resto è storia.
Sabato 7 luglio 2012 ore 22.00 potremo ascoltare Mike Melillo Trio con Mike Melillo al pianoforte, Elio Tatti al contrabbasso e Giampaolo Ascolese alla batteria
La grande leggenda del pianoforte bebop sale sul palco di Sori Summer Jazz 2012, Mike Melillo, compositore ed arrangiatore è nato a Newark, nel New Jersey, nel 1939. Si è diplomato in pianoforte e composizione alla Rutgers University ed ha collaborato prestissimo con i grandi del jazz americano, quali Coleman Hawkins, Ben Webster, Sonny Rollins e Jim Hall. Profondo conoscitore sia del linguaggio jazzistico sia di quello della musica contemporanea (il suo disco “Sepia” era esplicitamente dedicato a Charles Ives), Melillo è un pianista dalla tecnica smagliante, nel cui stile si fondono l’esperienza di Bud Powell, di Thelonious Monk e, addirittura, specialmente nelle ballads, reminiscenze di Art Tatum.
Chiusura del festival domenica 8 luglio 2012 ore 22.00 con Back to Belleville con Renzo Luise e Christophe Kerleau alle chitarre e Giovanni Sanguineti contrabbasso, featuring Maurizio Geri alla chitarra.
Il collaudato trio Renzo Luise e Christophe Kerleau alle chitarre e Giovanni Sanguineti al contrabbasso, riporta ancora una volta in Liguria il proprio repertorio che attinge, non solo alla tradizione Manouche, tipica delle formazioni guidate da Django Reinhardt, ma anche a quello del jazz tradizionale americano a cui i tre musicisti devono le loro prime esperienze musicali e professionali.
In questa particolare occasione il trio è onorato di ospitare il virtuoso chitarrista Maurizio Geri che con il suo stile fonde le tematiche legate alla musica etnica mediterranea con il fraseggio e l’improvvisazione della musica swing-manouche. 
Inoltre la nuova generazione delle esplorazioni musicali jazz è rappresentata dalle performance itineranti nelle piazzette (e perché no nelle spiagge) del Comune di Sori durante tutte le giornate del festival, dalle ore 18.00, dove si potrà ascoltare buona musica.
Durante le giornate del festival, in pomeridiana, saranno organizzate master class  con Philippe Petrucciani e Mike Melillo aperte a tutti gli studenti strumentisti (e uditori) di ogni livello. 

Nessun commento:

Posta un commento