mercoledì 4 luglio 2012

Monfortinjazz 2012

Ritorna Monfortinjazz, una delle manifestazioni musicali più interessanti e longeve del panorama italiano e internazionale, inserita di diritto nel circuito dei più importanti festival europei.
La selezione musicale di altissima qualità e l’incantevole sede nell’auditorium all’aperto a Monforte d’Alba, uno degli splendidi paesi delle Langhe piemontesi, rendono questo festival motivo ulteriore per un turismo di qualità in uno dei territori privilegiati dell’enogastronomia italiana. Sono sempre di più, di anno in anno gli spettatori che arrivano a Monfortinjazz non sono solo dal Piemonte e dalla Liguria, ma da molte altre regioni italiane e da diversi Paesi europei: Germania, Svizzera, Austria e perfino Norvegia, Belgio e Inghilterra.


Anche per quest’edizione i concerti della rassegna abbracceranno in modo raffinato il panorama musicale internazionale di oggi mantenendo la qualità artistica come denominatore comune.
Si comincia venerdì 6 luglio con gli Incognito una delle migliori band funk e soul, e della black music in genere, di tutti i tempi. A 31 anni dalla loro nascita i capostipiti dell’acid jazz ne hanno fatta di strada dal melting pot multiculturale della Londra anni ‘70 e in effetti gran parte dei loro sogni sono stati realizzati: Chaka Khan e Al McKay (il chitarrista degli Earth Wind and Fire dei massimi livelli) sono infatti entrambi coinvolti in prima persona nel loro ultimo album. Ma la più bella novità di Transatlantic R.P.M. è senz’altro il fatto che il groove degli Incognito oggi parla anche un po’ italiano: il grande crooner Mario Biondi è infatti ospite d’eccezione in due brani, il primo dei quali è il singolo d’apertura dell’album e lo vede duettare Chaka Khan.
Giovedì 12 luglio è la volta del progetto Miles Smiles una grandiosa formazione - con Robben Ford alla chitarra, Rick Margitza al sax, Omar Hakim alla batteria, Darryl Jones al basso e Wallace Roney alla tromba - che prende il nome da uno dei dischi più memorabili di Miles Davis. Sfumature che passano dal jazz al rock fino al blues ed un cast stellare di allievi e collaboratori del grande Davis che arriverà a Monforte per un’unica data italiana all’interno di un tour mondiale.
La settimana successiva, venerdì 20 luglio, arrivano all’auditorium le sonorità rock dei Blonde Redhead. La band italo-giapponese comincia a suonare a New York, prendendo ispirazione da tutto ciò che li circondava, dalla rumorosa scena underground della città alle colonne sonore dei film. Simone e Amedeo Pace e la cantante Kazu Makino hanno registrato il loro nuovo album in studio - l’ottavo della loro carriera - tra la Grande Mela e Stoccolma. Il risultato è Penny Sparkle un raffinato elettro pop con fascinazioni vintage.
Sabato 28 luglio reduce del grande successo televisivo è la volta di Stefano Bollani, celeberrimo pianista e grande amico di Monfortinjazz che ritorna all’auditorium di Monforte dopo aver presentato il progetto speciale Bollani meet Gershwin. Quest’anno arriva insieme a Hamilton de Holanda il cui carisma, la forza comunicativa e la sofisticata creatività lo rendono uno dei musicisti di maggior rilievo nella nuova generazione di interpreti e compositori della musica contemporanea brasiliana. Il mandolinista Hamilton si ispira tanto al repertorio classico quanto a quello del jazz o della musica popolare brasiliana, sviluppando una polifonia completa e un’espressività sonora e percussiva ricca di sfumature.
Si chiude giovedì 2 agosto con gli ineguagliabili Elio E Le Storie Tese con il loro Enlarge Your Penis tour, un concerto dedicato ai grandi successi della band più imprevedibile d’Italia. E così il frontman Elio - reduce dal ruolo di giudice di X Factor e dagli interventi televisivi insieme alle Storie Tese da Serena Dandini - insieme a Rocco Tanica, Cesareo Faso Christian Meyer, Jantoman, Paola Folli e Mangoni sono pronti come sempre a stupire. Dai classici della band come Parco Sempione, Sphalmen all'immancabile Tapparella non mancheranno brani inediti e omaggi al grande rock. 
A conclusione della serata, come da tradizione, verrà offerto in degustazione il Barolo di Monforte, offerto dai produttori locali.

Nessun commento:

Posta un commento