martedì 24 luglio 2012

Locomotive Jazz Festival

Il cantautore Eugenio Finardi, il trombonista Gianluca Petrella, Daniele Di Bonaventura e il suo bandoneon, il musicista, giornalista e poeta russo Alexey Kolosov, il contrabbassista e violoncellista svedese Lars Danielsson, il dj ed economista  Donpasta, sono alcuni degli ospiti della settima edizione del Locomotive Jazz Festival, diretto dal sassofonista Raffaele Casarano, che si terrà da mercoledì 1 a sabato 4 agosto tra Sogliano Cavour, Sannicola e l’abbazia di Cerrate, in provincia di Lecce.  


Quest’anno il tema principale del festival è “Il Viandante”, figura che simboleggia il viaggio come condivisione di esperienze, di tradizione e di cultura e che bene interpreta lo spirito del Locomotive che vuole essere crocevia di incontri e identità. 
Il viandante è pronto ad accogliere e a essere accolto, a percorrere un tratto di strada insieme a coloro che incrocerà sul suo cammino, senza confini né pregiudizi solo con la voglia di condividere un tratto di strada insieme. Incrociare la propria vita con quella degli altri è affascinante, è jazz”, sottolinea Raffaele Casarano.  
In questa direzione l’edizione 2012 apre, ancor di più rispetto agli anni scorsi, a progetti di scambio con organizzazioni e festival stranieri, in particolare con il Festival d'Ète di Tolouse in Francia, collaborazione che ha portato allo spettacolo  Tarantulae (3 agosto), un viaggio tra le musiche popolari con DonPasta, Benjamin Sauzerau, Alessia Tondo, Vito de Lorenzi, Giancarlo Paglialunga, Rocco Nigro, Marco Bardoscia, Raffaele Casarano, e con il Moscow Jazz Festival in Russia che prevede l’esibizione dell’Alexey Kolosov Trio (1 agosto). 
L’articolato programma del festival che toccherà anche l’Abbazia di Santa Maria di Cerrate e la collina di San Mauro a Sannicola (con la consueta alba in jazz che sabato 4 agosto si preannuncia veramente speciale) prevede oltre ai concerti serali in Piazza Diaz a Sogliano anche incontri e presentazioni di libri, dj set a cura di Populous e mostre fotografiche. 
Grande attenzione al jazz italiano di qualità con i concerti di Gianluca Petrella che si esibirà (1 agosto), in  Tubolibre con Oren Marshall (tuba), Gabrio Baldacci  (chitarra) e  Cristiano Calcagnile (batteria); il progetto  Band Union (4 agosto) di  Daniele Bonaventura (bandoneon) mette insieme Marcello Peghin (chitarra 10 corde), Felice Del Gaudio (contrabbasso) e Alfredo Laviano (percussioni). 
Il Locomotive accoglie inoltre l’unica data italiana (3 agosto) di  Lars Danielsson 4tet, contrabbassista e violoncellista svedese tra i più interessanti musicisti del panorama jazzistico europeo che si esibirà al Locomotive con Jonas Östholm (pianoforte), John Parricelli (chitarra) e Magnus Ostrom (percussioni).  
Una delle caratteristiche del Locomotive sono le produzioni originali inedite. Anche quest’anno il festival ripropone i progetti di “Il jazz salentino incontra…” che promuove collaborazioni inedite tra musicisti pugliesi e grandi artisti italiani. Il 2 agosto il combo di Raffaele Casarano & Locomotive incontra il cantautore milanese Eugenio Finardi in un progetto originale targato Locomotive Jazz Festival con Marco Bardoscia (contrabbasso), Mirko Signorile (piano) e Marcello Nisi (batteria). 
Il 3 agosto spazio ad un altro progetto originale 'Locomotive Percussion Afrobeat' capitanato dal percussionista Alessandro Monteduro (anche direttore di produzione del Festival) con i salentini Triace e il gruppo francese Danser Ensemble.
Per la tradizionale festa di chiusura, di scena Salentini Generali & Guests con dj e videomaker per un “live combo” che trasformerà Piazza Diaz in una pista da ballo per tutta la notte.

Nessun commento:

Posta un commento