martedì 24 luglio 2012

Fabrizio Bosso e Javier Girotto al Tignano festival 2012

Astri del jazz e una serata all'insegna del divertimento il 24 luglio al Tignano Festival per l'ambiente e l'incontro tra i popoli. Il sestetto di Fabrizio Bosso e Javier Girotto presenta il nuovo progetto Vamos, ricco di ritmi e ambientazioni latine.


Dopo due anni Fabrizio Bosso ritorna martedì 24 luglio sul palco di Tignano con un concerto all'insegna del divertimento e della contaminazione culturale. Il Latin Mood messo su da Javier Girotto e Fabrizio Bosso è davvero una somma di astri del jazz. 
Lo spettacolo è dedicato all'incontro tra i popoli e alla lotta contro qualsiasi forma di discriminazione culturale e sociale. Javier Girotto ha rappresentato spesso, in Argentina e non solo, la cassa di risonanza di molte battaglie per i diritti civili. 
Nella formazione, oltre a Bosso (tromba) e Girotto (sax), suonano grandi solisti come Natalio Mangalavite al piano, Luca Bulgarelli al basso, Lorenzo Tucci alla batteria e Bruno Marcozzi alle percussioni.
Un'incredibile energia permea l'intero lavoro e ancor di più il trascinante set dal vivo.
Nessun esotismo gratuito: tutte le ritmiche risplendono in chiave jazzistica, vivificate dall'intervento colmo di amore e curiosità per il latin jazz. 
Tra motivi tipicamente sudamericani (Algo Contigo del compositore argentino Chico Novarro, tra i massimi compositori di bolero e tango) e originali di Girotto, Bosso e Mangalavite, trovano spazio anche melodie nuove, prima fra tutte A Taste of honey di Bobby Scott e Ric Marlow, sigla di “Tutto il calcio minuto per minuto”.
Il resto è un susseguirsi di tango, milonga, chacarera e altri ritmi originari del centro e sud America, rivisitati in chiave hard bop. In programma persino In A Sentimental Mood di Duke Ellington, rivestita di nuove fragranze.
Un progetto di grande richiamo che si colloca perfettamente nella corposa tradizione dei tanti astri del jazz che si sono lasciati conquistare dalle ritmiche sudamericane: da Jelly Roll Morton a Stan Getz, da Dizzy Gillespie e Charlie Parker a Bud Powell. 
Continua così il momento d'oro di Fabrizio Bosso, reduce dal successo, live e discografico, di Enchantment, l'omaggio a Nino Rota da lui realizzato insieme alla London Symphony Orchestra e che ha presentato anche in Giappone assieme al suo quartetto.

Nessun commento:

Posta un commento