mercoledì 11 luglio 2012

The Brecker Brothers - The Complete Arista Albums Collection

L'etichetta Legacy ha annunciato la pubblicazione di un cofanetto di 8 Cd's che contiene gli 8 album che i Brecker Brothers pubblicarono per l'etichetta Arista negli anni tra il 1975 e il 1981. Il cofanetto si intitola The Complete Arista Albums Collection.


L'Arista Records si affermò come una quintessenziale etichetta di New York nel gennaio del 1975, pochi mesi dopo il suo ingresso sul mercato, quando Clive Davis aggiunse al roster una delle partnership jazz più importanti della città jazz, che presentava Randy Brecker alla tromba e Michael Brecker al sax tenore. I fratelli crebbero fuori Philadelphia e frequentarono l'Indiana University prima di stabilirsi a New York per farsi strada nel circuito jazz.
Individualmente, Randy venne alla ribalta nel primo album dei Blood, Sweat & Tears per la Columbia, Child Is Father To the Man (1967), prima di abbandonare l'anno seguente per lavorare in proprio. 
La sua band successiva fu Dreams (sulla Columbia nel 1970-71, con Billy Cobham e Will Lee), dove lui e Michael condividevano la sezione fiati con il trombonista Barry Rogers. 
Dopo un periodo con l'Eleventh House di Larry Coryell, Randy si riunì con Michael per costituire i Brecker Brothers, che divenne una dinastia di New York nel corso di cinque solidi LP in studio e un album dal vivo (Heavy Metal Be-Bop) con l'Arista tra il 1975 e 1981.
Gli album dei Brecker Brothers attraversavano la linea tra jazz duro con accenni più commerciali di rock, funk, musica latina e (occasionalmente) battiti da discoteca. 
Le formazioni furono flessibili nel corso degli anni, includendo (in tempi diversi) i chitarristi Bob Mann, Steve Khan, Barry Finnerty, David Spinozza e Hiram Bullock; i bassisti Will Lee, Neil Jason, Marcus Miller e Tony Levin, il tastierista Don Grolnick e i batteristi Harvey Mason, Chris Parker, Steve Gadd, e Steve Jordan.
In quel periodo la Brecker Brothers Band era imbattibile, come si può ascoltare nelle registrazioni live Blue Montreux e Blue Montreux II (registrazioni del 1978, pubblicate nel 1979), "presentando un gruppo di amici che era una ramificazione sia dei Brecker Bros. che di White Elephant di Mike Mainieri", come Randy nota nella sua breve introduzione al cofanetto. 
"Erano anni produttivi", continua. "Suonavamo in centinaia di sedute, oltre a fare le nostre cose... Penso che esso influenzò molti di quelli che sono venuti dopo di noi, e gran parte di questa musica è ancora attuale oggi. Abbiamo perso Michael nel gennaio del 2007, ma so che sarebbe stato entusiasta di questa versione. Durante questo periodo sviluppò il suo stile, che fu emulato da migliaia di altri sassofonisti."

Gli otto album contenuti nel cofanetto sono:
1. The Brecker Brothers (1975)
2. Back to Back (1976)
3. Don't Stop the Music (1977)
4. Heavy Metal Be-Bop (1978)
5. Detente (1980)
6. Straphangin' (1981)
7. Blue Montreux (1979)
8. Blue Montreux II (1979)

Nessun commento:

Posta un commento