venerdì 20 luglio 2012

Aprile nuovo album di Davide Di Chio

Da sabato 15 settembre sarà disponibile nei negozi tradizionali, su iTunes e negli altri digital store, “Aprile” (Abeat Records/IRD), il nuovo disco del chitarrista pugliese Davide Di Chio.


In “Aprile”, Davide Di Chio propone 11 brani inediti dal sound mediterraneo e dal gusto armonico raffinato.
«Aprile è un disco molto italiano, legato alla mia Terra, con un'aspirazione - spero percepita - ad essere un prodotto internazionale: - commenta Davide Di Chio - è insomma un lavoro po' "glocal", caratterizzato dalla estrema "cantabilità" delle melodie, dalla razionalizzazione delle parti scritte e di quelle improvvisate, dalla cura del suono, tutti elementi che, se ben dosati, possono rappresentare punti di forza di una via italiana al jazz di cui si parla più di quanto si faccia.»
Davide Di Chio nasce a Bari il 29.04.1971. Inizia, all'età di cinque anni, lo studio del pianoforte classico che prosegue per circa otto anni.
Successivamente comincia lo studio della chitarra seguendo i corsi della scuola musicale "Il Pentagramma", fondata e diretta dal chitarrista Guido Di Leone, dove approfondisce lo studio della chitarra jazz, del solfeggio e dell'ear training, studiando, oltre che con lo stesso Di Leone, con Davide Santorsola, Vito Di Modugno, Leopoldo Sebastiani.
Contestualmente prosegue, da autodidatta, lo studio della chitarra classica, acustica e brasiliana.
Nell'estate del 1993 partecipa ai seminari di "Siena Jazz", studiando con Tomaso Lama, Ettore Fioravanti, Marcello Piras.
In seguito si perfeziona in chitarra Jazz presso l'European Musicians Institute di Pescara studiando con il M° Giuseppe Continenza (diplomato presso il Guitar Institute of Technology di Hollywood).
Ha seguito diversi workshops e masterclasses denotando interesse per differenti approcci alla musica acustica ed improvvisata: tra gli altri con Nico Stufano, Bob Mover, Attilio Zanchi, Paolino Dalla Porta, Gene Bertoncini.
Nel triennio 2002-2005 si trasferisce a Verona e collabora stabilmente, in un trio a proprio nome, con Enrico Terragnoli al basso acustico e Roberto "Bobo" Facchinetti alla batteria.
Principali collaborazioni passate: Alberto Parmegiani, Mirko Signorile, Davide Penta, Fabio Accardi, Paolo Montaruli, Franco Guarnieri, Michele Di Monte, Gabriella Schiavone, Mauro Gargano, Mimmo Scialpi, Francesco Cinquepalmi
Nel 2007 pubblica il suo disco di esordio Fratello Mare Lontano (edito dalla Dodicilune Records - Ed. 233/2007) ottimamente recensito dalla stampa specializzata italiana ed internazionale (All About Jazz,Musica Jazz, Jazz Magazine, Jazzit, World Music, Suono, Audiophile Sound, Axe, Accordo, Percussioni, ecc.).
Il suo disco vene scelto dal Maestro Paolo Lepore per aprire l'edizione del Bari Jazz Festival 2008.
Alcuni brani del disco vengono inseriti all'interno di trasmissioni radiofoniche di Radio 3, Radio Made In Italy e Radio France; un brano del disco viene pubblicato dalla rivista specializzata Jazzmagazine nella sua Compilation allegata alla edizione NR 60/2007.
Nell’agosto 2011 il disco viene presentato ad “Experimenta 2011” Festival tenuto presso il Trullo Sovrano di Alberobello ed inserito all’interno del circuito Apulia Jazz Network, patrocinato dalla Regione Puglia. A settembre 2011 si esibisce presso il Caffè d’Arte a Bari, accompagnando la poetessa Lidia Sella nella presentazione del suo libro “La Figlia di AR” (2011 - ed. La vita felice).

Nessun commento:

Posta un commento