mercoledì 13 giugno 2012

XXI Century, nuovo album di Gonzalo Rubalcaba

Gonzalo Rubalcaba continua a deliziarci nella libertà fornitagli dalla sua etichetta 5Passion, che gli permette di registrare quando e come vuole.
Per questo sua nuova produzione discografica, intitolata XXI Century, il pianista presenta il suo trio che comprende il richiestissimo batterista Marcus Gilmore ed il bassista Matt Brewer per alcune sue virtuosistiche, tuttavia ancora sfumate, ruminazioni su un vasto arco musicale, compresi cenni di alcuni iconici pianisti del XX secolo.


La sorpresa più piacevole è una magistrale reinterpretazione del pezzo di Paul Bley e Gary Peacock, Moor, che cattura l'eterea e cerebrale avventurosità del originale, aggiungendo un pò del proprio vigore gentile, concessione del trio e del prestigioso ospite, il batterista Ignacio Berroa
Più prevedibilmente, Rubalcaba fornisce ben concepite re-interpretazioni delle introspezioni di Bill Evans e della raffinatezza armonica e del contrappunto matematico di Lennie Tristano rispettivamente su Time Remembered e Lennie Pennies.
Quelli che preferiscono i flash ed i bagliori dei primi lavori di Rubalcaba potrebbe essere inizialmente delusi, ma ci sono ancora un sacco di angoli e nicchie dove il pianista si ferma per una frazione di secondo per esplodere le sue cluster-bomb su un paio di fraseggi, o impegnare la sezione ritmica con una bravura tecnica che molti pianisti semplicemente non sono in grado di generare.
La versione di Nueva Cubana dell'album dimostra i pro e i contro di un approccio più maturo rispetto alle precedenti versioni della canzone.
L'arrivo della mezza età per Rubalcaba è evidente anche nel modo approfondito in cui supporta ed appicca il quieto fuoco del chitarrista Lionel Loueke su Alafia, pezzo originale del chitarrista, o permette le deviazioni tessiturali di Brewer dall'acustico all'elettrico sul suo Anthem.
Infine, l'originale Oshun è un delizioso mix di folk cubano e gioioso bop, con ospite il vocalist e percussionista Pedro Martinez in un ruolo da protagonista.

Nessun commento:

Posta un commento