mercoledì 23 maggio 2012

Scott Henderson a Caserta

Dopo il live di Andy Timmons dello scorso 8 maggio che ha fatto registrare un sold out al Black Cat di Caserta, domenica 27 maggio secondo appuntamento con GTR1 (GuiTaR)", neonata rassegna musicale dedicata al mondo della "sei corde", ideata e diretta da "Centro Chitarre di Cristiano Ceruti". 
Protagonista della serata sul palco del Black Cat sarà un altro dei più acclamati chitarristi del mondo, Scott Henderson che sarà accompagnato da Travis Carlton (figlio del grande Larry Carlton) al basso e da Alan Hertz alla batteria; evento questo realizzato in collaborazione con l'associazione musicale "Fa Re Musica".


Scott Henderson comincia a calcare le scene nel sud della Florida suonando brani di miti come i Led Zeppelin o James Brown. Il suo stile si forma sulle note di Jimmy Page, Jeff Beck, Jimi Hendrix, Ritchie Blackmore, Albert King e Buddy Guy, ma la strada che intraprende nello studio del jazz e delle sue possibilità espressive lo portano a maturare un linguaggio personalissimo (nei suoi metodi parla della musica come linguaggio; delle note come parole a formare il periodo come melodia ). 
Appena terminati gli studi alla Florida Atlantic University, si sposta a Los Angeles dove suonerà e registrerà con l'Elektric Band di Chick Corea, con il violinista Jean-Luc Ponty, con i Zawinul Syndicate e molti altri ancora. Il consacramento ufficiale di stella del firmamento fusion arriverà con la creazione dei "Tribal Tech", nel 1984. 
Al basso c'è Gary Willis, alla batteria e alla voce Kirk Covington e alle tastiere Scott Kinsey. Nel 1994 torna alle sue passioni più giovani registrando il primo album della sua blues band: "Dog Party", cui seguirà nel '97 "Tore Down House" e nel 2002 "Well to the Bone". Nel 2005 è uscito l'album intitolato "Live", dove Scott ripercorre i successi dei Tribal Tech alternandoli a quelli blues. 
Scott ha anche registrato due album con un trio eccezionale: i Vital Tech Tones (al basso Victor Wooten e alla batteria Steve Smith). 
Infine sono stati pubblicati, con la "Reh", due video didattici: "Jazz Fusion Improvisation" e "Melodic Phrasing", mentre la "Hal Leonard" ha pubblicato dei guitar books autorizzati e un metodo cartaceo di recente uscita: " Jazz guitar chord system".
Gran finale il 19 luglio (con location napoletana ancora da definire) con Eric Johnson, una leggenda della chitarra, colui che con Joe Satriani e Steve Vai nel 1996 diede il via al primo progetto G3 (info: Tel. 081 446705). 
Aprirà la serata Ciro Manna.

Nessun commento:

Posta un commento