lunedì 7 maggio 2012

Arturo Sandoval - Dear Diz (Every Day I Think of You)

Arturo Sandoval pubblicherà il suo secondo album su Concord Jazz, intitolato Dear Diz (Every Day I Think of You) un tributo del trombettista a Dizzy Gillespie, il mentore e amico che letteralmente salvò lui e la sua famiglia da una esistenza di oppressioni, e dette loro la possibilità di una vita completamente nuova e migliore. L'album è una raccolta di classici tratto dall'enorme produzione di Gillespie, ognuno incorniciato in arrangiamenti per big-band che riescono a mettere sotto i riflettori quegli elementi di bebop che sottolineano così tanto il lavoro dell'iconico trombettista e punta il tono sulla musica dell'epoca.


Ad accompagnare Sandoval nel progetto c'è una squadra di artisti jazz di primo livello: il vibrafonista Gary Burton, il leader dei Yellowjacket, il sassofonista Bob Mintzer, l'organista Joey De Francesco, il clarinettista Eddie Daniels, il sassofonista Ed Calle, il batterista e produttore Gregg Field e molti altri. Inoltre ci sono anche un paio di improbabili sorprese, come  l'attore Andy Garcia alle percussioni e il vocalist Manolo Gimenez. L'insieme che ne risulta è, come dice Field, è una "lettera d'amore di Sandoval per un vecchio amico."
Il set si apre con la voce di Gillespie, mentre presenta un giovane Arturo Sandoval come "uno dei giovani grandi maestri della tromba" durante una performance dal vivo alla fine degli anni '80. Quello che segue è una contemporanea ricostruzione del classico "Bebop", arrangiata dal vincitore del Grammy, Gordon Goodwin. Goodwin, che Field chiama "La voce contemporanea più interessante nella scrittura per big band," è anche responsabile del fiero arrangiamento di "Salt Peanuts!" che presenta Bob Mintzer al sax tenore, Gary Burton al vibrafono e se si ascolta attentamente si potrà anche ascoltare l'amico di Sandoval Joe Pesci che si unisce alla band vocale. "Questo è un perfetto esempio del genio di Gordon", dice Field, "della sua abilità nel prendere qualcosa di familiare e rielaborarlo completamente."
"Birks Works" che viene ribattezzato con il tag "a la Mancini," grazie al contributi del sassofonista Plas Johnson, che  registrò l'iconico tema di Pink Panther quasi 50 anni fa. L'arrangiamento del pianista Shelly Berg utilizza flauto, tromba, sax tenore e archi, che evoca ulteriormente la sensibilità di Mancini.
"Con Alma", arrangiato da Nan Schwartz, include un classico arrangiamento per string quartet "che è una cosa molto bella ", dice Sandoval. "Questo pezzo è stato registrato molte volte, ma non credo che sia mai stato registrato in questa maniera. Il quartetto d'archi dà al brano una certa finezza, una suono elegante."
L'esotico e appassionato "Tin Tin Deo" presenta il vocalist Manolo Gimenez, supportato da Mintzer al sax tenore, dall'attore Andy Garcia alle percussioni, Wally Minko al pianoforte e Joey De Francesco all'organo, tutti accuratamente bilanciati nell'arrangiamento di Dan Higgins. 
L'album si chiude con una undicesima traccia, "Every Day I Think of You", una struggente ballata di Sandoval che funge da coda a questo sentito omaggio. Spronato dalla appassionata voce di Sandoval, la traccia si allontana dal vibe per big band dei brani che lo precede, optando invece per qualcosa di molto più intimo, raffinato e personale. "Realmente credo ad ogni parola di quella canzone," dice Sandoval. "Dizzy mi ha incoraggiato tanto. Ha aperto così tante porte per me e mi ha fatto vedere così tante opportunità che altrimenti non avrei avuto."
Al centro di Dear Diz c'è il groove bebop per il quale Gillespie ha speso una vita, esplorando e raffinando, ha detto Sandoval. "Quando si tratta di bebop, o lo conosci o non lo conosci", dice. "Non c'è una via di mezzo. Se vuoi diventare un buon musicista di bebop, hai realmente bisogno di essere un grande musicista con un sacco di abilità, una buona istruzione e un grande comando del vostro strumento. Questo è ciò che Dizzy era. Non era solo un trombettista. era un innovatore ed un creatore. Quel senso di innovazione e creatività che ha ispirato ogni nota che ha suonato ed è quello che ispira questo disco e tutti coloro che suonano su di esso. In questo senso, egli è ancora molto presente in tutti noi. Penso a Dizzy ogni giorno".

Nessun commento:

Posta un commento