venerdì 6 aprile 2012

Roy Hagrove Quintet a Sacile

Serata speciale con uno dei grandi virtuosi della tromba del XXI secolo, mercoledì 11 aprile (alle ore 21) al Teatro Zancanaro di Sacile che ospiterà una vera star della musica internazionale: Roy Hargrove con il suo Quintetto nell'ambito della rassegna “Il Volo del Jazz"


C’è grande attesa per questo nuovo appuntamento de “Il Volo del Jazz”, organizzato dal Circolo culturale ControTempo che promette di regalare una serata di grande jazz, un incontro straordinario con uno dei migliori trombettisti della scena mondiale. Come promesso ai suoi fan, Hargrove recupera, dunque, il concerto, che aveva dovuto rinviare per motivi di salute lo scorso autunno.
Considerato un “giovane leone” della tromba, Hargrove, dopo le scorribande in quel funky contemporaneo che ha sempre dimostrato di amare, è tornato da un paio d’anni a farsi ascoltare alla testa di un quintetto acustico: una band che si è da subito rivelata una delle più emozionanti dell’attuale panorama concertistico, merito anche dei superlativi musicisti di cui si è circondato e che si potranno apprezzare con lui sul palco a Sacile: Justin Robinson (sax alto, flauto), Sullivan Fortner (pianoforte), Ameen Saleem (contrabbasso) e Montez Coleman (batteria). Con questo Quintetto si muoverà in vigorosi territori hard bop, tra concisi standards e delicate ballads.
Tra i big del jazz mondiale, Hargrove è uno dei più versatili musicisti della generazione degli anni ’90 con una tecnica formidabile, che non si limita al puro accompagnamento, ma offre costantemente un vero e proprio dialogo con la linea melodica principale, creando spunti sempre nuovi che poi prendono vita propria e danno un senso profondo alle composizioni. Oggi è considerato uno dei più importanti trombettisti del mondo con uno stile inconfondibile acclamato dal pubblico e dalla critica internazionale – colui che meglio di tutti incarna la capacità di combinare un forte legame con la tradizione e la tendenza a oltrepassare i limiti storico-stilistici del jazz e del proprio strumento, sulle orme del proprio idolo, Dizzy Gillespie. Scoperto nel 1987 dal celebre trombettista Wynton Marsalis, a vent’anni incide il suo primo album con l’etichetta Novus, con una band a proprio nome. Vincitore di due Grammy, Hargrove da anni lavora sulla commistione di Jazz, Funk, Hip Hop, Soul, Gospel e musica Cubana, non disdegnando collaborazioni con importanti rappers.

Nessun commento:

Posta un commento