venerdì 1 febbraio 2013

REPLAY: Ornette Coleman e Rahsaan Roland Kirk su Dvd (video)

(Pubblicato originariamente il 15 aprile 2012)
In questo indispensabile DVD, vengono presentati due dei film più interessanti mai prodotti di jazz sperimentale.


Il primo, "Ornette Coleman Trio", presenta famoso trio di Ornette Coleman durante la visita a Parigi nel 1966, per registrare la colonna sonora di un film belga intitolato "Who's Crazy?".
Realizzato da Richard "Dick" Fontaine - che è considerato uno dei padri fondatori del cinema erotico gay (con titoli famosi come "The Days of Greek Gods") e che anni dopo realizzò il film "Art Blakey: The Jazz Messenger"
Il film fu realizzato in tre giorni e offre un ritratto del trio che diventa un "saggio ironico della dignità di fronte alla follia". 
Ornette, che in questo periodo fu uno dei leader del movimento jazz d'avanguardia, ha affrontato la sfida con i suoi due colleghi musicisti David Izenzon & Charles Moffett, rispondendo con improvvisazioni appassionate agli stimoli che gli giungevano dallo schermo su cui vengono proiettate le immagini.
Una testimonianza inestimabile delle innovazioni che rivoluzionarono il mondo del jazz negli anni sessanta.



Il secondo film, diretto sempre da Fontaine, è un curioso ed originale esperimento musicale e cinematografico. 
Il suo strano titolo, "Sound??", indica chiaramente l'obiettivo del lavoro, che si limita a sfruttare le idee di un innovativo jazzman (Roland Kirk), al fine di consentire ad un contemporaneo d'avanguardia (John Cage) di speculare che il silenzio ed il suono siano due facce della stessa realtà.
Kirk appare nel film dimostrando la sua capacità di suonare tre sassofoni contemporaneamente, incorporando al tempo stesso registrazioni del canto degli uccelli, o fischiando al pubblico in modo che lo accompagnano "in chiave di w, se non vi dispiace". 
Parallelamente a questo, Cage parla dei suoi concetti e prepara una "bicicletta musicale" con due dei suoi collaboratori al Teatro di Siviglia di Londra, introducendo la musica di Kirk in una cassa di risonanza, nella sua ricerca del suono del silenzio. 
Due straordinari esempi di immortale avanguardismo.

2 commenti: