sabato 14 aprile 2012

Marcus Miller ospite per quattro giorni del Blue Note di Milano

La formazione del celebre bassista Marcus Miller la prossima settimana, sarà ospite per ben quattro giorni del Blue Note di Milano, da mercoledì 18 sino a sabato 21 aprile. 
Miller sarà accompagnato da Maurice Brown alla tromba, Alex Han al sassofono, Kris Bowers alle tastiere, Adam Agati alla chitarra e Louis Cato alla batteria.


Lanciato negli anni 80 da uno dei grandi talent scout del jazz, il trombettista Miles Davis, da oltre trent’anni il bassista Marcus Miller è uno dei nomi di primo piano della scena jazz fusion. 
Il nome di Miller è associato a quello di Davis per i dischi del trombettista degli anni Ottanta, da «The Man with the Horn» dell’81 a un capolavoro come «We Want Miles». 
Dopo aver intrapreso una fortunata carriera da solista, Miller è diventato anche compositore e produttore per i suoi dischi e per numerosi artisti in ambito soul jazz: Luther Vandross, David Sanborn, Bob James e Chaka Khan. 
Le sue composizioni originali di matrice fusion mettono al centro il suo virtuosismo strumentale e la passione per le sonorità nere soul e funk.
Miller sta preparando il suo ultimissimo disco i cui brani saranno presentati in anteprima sul palco del Blue Note, con una una band di giovani musicisti, di cui presto si sentirà parlare, che accompagnano il bassista di Brooklyn in questo imperdibile viaggio.
Oltre ai pezzi del nuovo album, il concerto di Miller avrà come fulcro il disco «Tutu Revisited» (oltre a suoi vecchi successi) rifacendosi al disco «Tutu» di Davis per cui scrisse quasi tutti i brani. 
Un’altra celebrazione al genio di Miles dopo quelle dell’anno scorso (firmate anche da Wayne Shorter) in occasione del ventennale della sua scomparsa.

Nessun commento:

Posta un commento